Tante segnalazioni, ma per ora nessuna vera traccia di Andreea. E se fosse all'estero?

Sabato 23 Aprile 2022 di Federica Serfilippi
Tante segnalazioni, ma per ora nessuna vera traccia di Andreea. E se fosse all'estero?

MAIOLATI SPONTINI - Tutte le segnalazioni arrivate sui possibili avvistamenti di Andreea Rabciuc sono in fase di accertamento. Proprio nelle scorse ore, i carabinieri hanno ascoltato una donna che pensa di aver visto la 27enne romena - scomparsa da casa dallo scorso 12 marzo dopo una festa in un casolare sulla Montecarottese - a Miliano, alla stazione Cadorna, sulla linea che porta a Rho.

 

La segnalazione della presunta presenza di Andreea nella città meneghina è arrivata direttamente ad Emanuele Giuliani, difensore di Simone Gresti, fidanzato della 27enne e finora unico indagato per sequestro di persona. 

L’avvistamento

Andreea sarebbe stata vista a Milano proprio nei giorni scorsi. In precedenza (fine marzo/inizio aprile), stando a quanto finora raccolto, sarebbe stata collocata da alcuni commercianti e residenti nel quartiere della Magliana, a Roma. Ma quanto sono attendibili questi avvistamenti? E soprattutto: se davvero fosse lei, perché non mettersi in contatto con i suoi affetti più cari e, soprattutto, con la mamma? Un’ipotesi della difesa, che ancora ovviamente deve trovare conferma, è che la 27enne possa addirittura aver lasciato l’Italia. È una pista su cui sta lavorando il team di investigatori, coordinato dal dottor Andrea Ariola, a cui si è rivolta la difesa. 

L’ipotesi 

«Una serie di fattori che stiamo valutando – ha detto Ariola – ci portano ad ipotizzare come Andreea possa avere maturato amicizie fuori dall’Italia». Avrebbe conoscenze all’estero nel settore della ristorazione, un comparto dove la 27enne aveva saltuariamente lavorato. Attualmente Andreea non ha con sé il telefono. Il suo Iphone, infatti, è nelle mani della procura e al momento della sua scomparsa lo aveva Simone. Il dispositivo è ora sotto analisi per capire se possono esserci all’interno tracce riconducibili alla posizione della ragazza e il motivo della scomparsa. Su un punto procura e difesa concordano: bisogna fare di tutto per trovare Andreea. «Non escludiamo alcuna pista – ha concluso Ariola – e non ci stiamo risparmiando su nulla. Siamo concentrati sulle ricerche di Andreea e sull’attività investigativa finalizzata a trovare elementi utile alla difesa». 
È certo che Andreea, capelli blu, tatuaggi e piercing, manca da casa da più di quaranta giorni. Da quel party nella roulotte dove oltre a lei e Simone c’erano altri due ragazzi, Francesco e Aurora. La 27enne, attorno alle 7 dello scorso 12 marzo, è stata vista lasciare il casolare dopo un litigio, l’ennesimo, con Simone. Cosa le possa essere capitato dopo è ancora avvolto nel mistero più totale. 

 

Ultimo aggiornamento: 16:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA