Vaccino con vista sulla Santa Casa: lunedì il centro mobile dell’Asur sarà in piazza della Madonna a Loreto. Non serve prenotarsi

Venerdì 27 Agosto 2021 di Arianna Carini
Vaccino con vista sulla Santa Casa: lunedì il centro mobile dell Asur sarà in piazza della Madonna a Loreto. Non serve prenotarsi

LORETO -  Papa Francesco lancia l’invito a ricevere il siero anti-Covid come «gesto di grande responsabilità verso il prossimo». Loreto risponde portando il camper vaccinale attrezzato dall’Asur in piazza della Madonna. Lunedì prossimo sarà possibile per cittadini e turisti vaccinarsi nella città mariana, che collocherà la postazione itinerante di fronte al Santuario della Santa Casa. Un modo per coinvolgere più persone possibili, ma anche per dare maggiore rilievo all’iniziativa, dopo le parole del Pontefice. 

 


«Un altro passo in avanti come città nel percorso di prevenzione del Covid – definisce l’iniziativa il sindaco Moreno Pieroni -. E’ stata fortemente voluta dalla nostra Amministrazione per dare un segnale forte rispetto all’importanza di vaccinarsi e corona un progetto di prevenzione iniziato già nei mesi scorsi, prima con gli screening preventivi di massa presso il PalaSerenelli, poi con la campagna vaccinale cittadina attuata dai medici di famiglia».


Coordinatore dell’iniziativa, l’assessore alla Sanità e vicesindaco Nazzareno Pighetti. «Si tratta di un servizio ulteriore a disposizione dei cittadini – commenta – tanto più importante in questo momento in cui molte persone manifestano ancora dubbi nei confronti della vaccinazione. La nostra città, per ciò che rappresenta nel mondo, non poteva non cogliere l’invito del Papa anche scegliendo un luogo così emblematico». Emblematico ed anche assolutamente centrale, nell’ottica di abbracciare quante più adesioni possibili, anche fra i turisti, che potranno ricevere a Loreto le seconde dosi, mentre per i residenti nelle Marche sarà possibile sottoporsi sia alla prima che alla seconda inoculazione. Per tutti, in ogni caso, non servirà alcuna prenotazione, essendo sufficiente presentarsi alla postazione che sarà attiva dalle 17 alle 20.30 grazie al supporto del personale sanitario, della Croce Rossa e della Protezione Civile.


Continuano a pieno ritmo le vaccinazioni anche a Sirolo. Questa settimana, nel punto vaccinale comunale straordinario organizzato dal Comune nella sede della Croce Azzurra, sono state inoculate 79 dosi, mentre nelle due precedenti settimane erano state oltre 200 quelle somministrate ai residenti e agli altri pazienti dei medici che hanno aderito al progetto.


«Ultimamente – fa notare il sindaco Filippo Moschella - sono aumentati di molto i giovani intorno ai 18 anni, segno che c’è voglia di vivere la vita con responsabilità e senza i limiti che sono costretti a seguire i non vaccinati. Sono stati somministrati quasi 4.000 vaccini, principalmente ai sirolesi, ma anche ad altri residenti nella Riviera del Conero. Un risultato encomiabil Un risultato che non si sarebbe potuto ottenere senza la partecipazione solidale dei medici e dei volontari della Croce Azzurra. E’ stata quasi azzerata la lista di attesa».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA