Loreto, scalinata arcobaleno in ricordo
della figlia morta, il sindaco lo bacchetta

Scalinata arcobaleno
in ricordo della figlia morta
Il sindaco lo bacchetta
LORETO - Una scalinata colorata di arcobaleno per onorare la memoria della figlia a due anni dalla sua scomparsa. E’ il singolare blitz artistico di un padre che non si dà pace per il suicidio della figlia e che per esorcizzare quel dolore ha colorato la scalinata di via Costa d’Ancona. Solo che l’intervento che in altre circostanze sarebbe stato ritenuto street art non era stato concordato col Comune. Anzi, proprio il sindaco Paolo Niccoletti lo ha intimato a ripulire velocemente la scalinata, evitando la denuncia per imbrattamento del suolo pubblico. «Condivisibile l’idea, discutibile il risultato, sbagliato il metodo» ha commentato il sindaco di Loreto in una nota.

Graffiti dedicati all'amico morto: il Corso invaso dalle scritte

«Alimentare il ricordo di persone a noi care contribuendo all’abbellimento ed al decoro urbano diffondendo messaggi di pace ed accoglienza – commenta Niccoletti - è un’iniziativa lodevole, diventa un arbitrio ed un abuso quando interventi sul patrimonio pubblico vengono però realizzati senza permessi ed autorizzazioni», come in questo caso. Per il sindaco «intervenire senza una progetto ed una visione complessiva rischia di vanificare gli sforzi finora compiuti nel centro storico, senza dimenticare che le modalità e i necessari veloci tempi di esecuzione non hanno consentito la realizzazione di un’opera da definirsi pregevole ed ecco perché a seguito di un colloquio l’autore si è reso disponibile a ripristinare la scalinata di via Costa d’Ancona». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Agosto 2019, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 15-08-2019 06:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO