Litoranea, il traffico sott’occhio: nelle ore a rischio serve il pass

Domenica 31 Maggio 2020 di Arianna Carini
Litoranea, il traffico sott’occhio: nelle ore a rischio serve il pass

NUMANA  - Seconda giornata di mare a Numana dove gli stabilimenti balneari hanno riaperto ieri le strutture al pubblico. Personale ulteriore sulle spiagge per fornire informazioni e vigilare sul rispetto delle norme anti-contagio, ombrelloni distanziati ogni 12-15 mq invece dei 10 previsti dal decreto regionale a tutela dei clienti e un’app per regolare il flusso degli arrivi negli stabilimenti (e di conseguenza il traffico sul lungomare) sono le principali novità che attendono i bagnanti in questa estate contrassegnata dal Coronavirus. 

LEGGI ANCHE:

Fermi al semaforo sullo scooter, un'auto li travolge: l'uomo non cade, la donna si. Portata in ospedale per i controlli

A differenza delle calette di Sirolo che per la tipica conformazione e le modalità di accesso necessitano di misure più stringenti per prevenire gli assembramenti, a Numana le spiagge libere non andranno prenotate né fruite con turnazione. Al fine di garantire il distanziamento fisico, ha trovato applicazione l’idea del presidente dell’Associazione bagnini Riviera del Conero, Luca Paolillo, di utilizzare i segna-ombrellone degli chalet in esubero per picchettare l’arenile alla stessa distanza in vigore negli stabilimenti, così che le persone possano posizionarsi nelle immediate vicinanze fino ad esaurimento posti. A monitorare la condotta dei bagnanti, dispensando indicazioni e consigli, saranno la Polizia Locale, i volontari Guardiafuochi e gli steward ingaggiati dall’associazione e dall’Amministrazione comunale. 

 
Quanto alle spiagge in concessione, chi avrà riservato l’ombrellone per l’intera stagione o per la singola giornata verrà munito di un pass che servirà come lasciapassare fino allo stabilimento. La Litoranea verrà chiusa al traffico nelle fasce orarie più congestionate e nel caso tutti i posti disponibili negli stabilimenti dovessero essere occupati. Sarà un’applicazione mobile a gestire gli arrivi sul lungomare: in questo modo i bagnini potranno comunicare in tempo reale alle forze dell’ordine l’evolversi della situazione sulle spiagge ed i bagnanti consultare il sito “Numana Turismo” prima di mettersi in viaggio. «La stiamo testando in queste ore. Servirà a decongestionare alcune zone, guidando il turista affinché non giri a vuoto», anticipa il sindaco Gianluigi Tombolini. L’attenzione è rivolta anche alle fasce più vulnerabili della popolazione: disabili e anziani con difficoltà motorie. Per loro verrà attrezzato un tratto di spiaggia gratuita usando gli ombrelloni donati da Jesolo l’estate scorsa, dopo la tromba d’aria che aveva colpito Numana. 

La più parte dei balneari ha riconfermato i prezzi dello scorso anno, ma ogni ombrellone sarà ad uso esclusivo di una stessa famiglia fino a un tetto massimo di persone. Nonostante la riduzione del numero di ombrelloni dettata dalle linee guida, una percentuale quest’anno inferiore rispetto al 2019 è stata comunque destinata ad alberghi, affittacamere ed agenzie immobiliari per consentire a tutti gli operatori di lavorare. Le spiagge saranno aperte fino alle 23, tuttavia dalle 19.30 non sarà consentito l’utilizzo delle attrezzature che andranno sanificate ogni giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA