Lavora in giardino, ad un tratto le urla: la motosega gli taglia 4 dita della mano

A Filottrano incidente a un 33enne. Il padre lo porta alla Potes, poi va a Torrette in eliambulanza

Lavora in giardino, ad un tratto le urla: la motosega gli taglia 4 dita della mano
Lavora in giardino, ad un tratto le urla: la motosega gli taglia 4 dita della mano
di Talita Frezzi e Nicoletta Paciarotti
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Aprile 2024, 03:40 - Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 07:13

FILOTTRANO Stava facendo dei lavori in giardino, nella sua abitazione, approfittando della bella giornata di sole. Ma mentre stava potando i rami di alcune piante con una motosega elettrica, per cause in corso di accertamento, l’attrezzo improvvisamente gli è sfuggito ferendolo alla mano destra. Implacabile, la lama gli ha amputato le dita. Brutto incidente agricolo quello avvenuto ieri mattina verso le 10.40 in un’abitazione privata nelle campagne di Filottrano. A restare gravemente ferito è stato un 33enne , che si è tagliato quattro dita.

Le grida di aiuto

Sanguinante e comprensibilmente spaventato, il giovane ha chiamato aiuto gridando più forte che poteva.

Le sue urla di dolore e di paura hanno attirato l’attenzione dei familiari che si trovavano in casa. Nello spavento generale e lo choc, è stato il padre ad attivarsi per primo cercando di mantenere nervi saldi e lucidità nonostante le circostanze. L’uomo ha caricato il figlio in macchina e lo ha portato subito all’ospedale di Filottrano: ha bussato alla stanza del 118 per chiedere aiuto e fargli fare una medicazione, ma quando i sanitari della Potes hanno constatato la gravità delle sue condizioni, con quelle quattro dita amputate dalla lama della motosega, hanno ritenuto necessario attivare subito l’elisoccorso per un trauma maggiore. Sebbene il ragazzo sia rimasto sempre cosciente, la profonda ferita alla mano con amputazione di quattro dita necessitava un intervento da parte della chirurgia specialistica dell’ospedale regionale per tentare almeno di salvarne due.

E il tempo del trasferimento a Torrette era fondamentale per la riuscita dell’operazione: in ambulanza con il traffico delle strade di un sabato mattina assolato, ci avrebbero messo troppo. E non c’erano minuti da perdere. Pertanto, dopo aver medicato e stabilizzato il ragazzo, lo hanno accompagnato in ambulanza fino agli impianti sportivi della cittadina, dove nel frattempo era atterrata l’eliambulanza Icaro01 con l’equipe di medici rianimatori a bordo. Il giovane, costantemente monitorato, è stato trasferito al Pronto soccorso dell’ospedale di Torrette con un codice 3 rosso traumatico di massima urgenza.

Una volta atterrati al nosocomio regionale, è stato dapprima sottoposto a tutti gli accertamenti sanitari del caso per tracciare il quadro clinico, poi affidato alle cure dell’equipe multidisciplinare della SOD Chirurgia Ricostruttiva e Chirurgia della mano, diretta dal dottor Michele Riccio, dove il team di chirurgi tenterà di salvargli almeno due delle quattro dita amputate e la piena funzionalità della mano. Le sue condizioni sono molto gravi, per fortuna non è in pericolo di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA