Ladri in un palazzo del centro
razzia di abiti e profumi griffati

Martedì 13 Agosto 2019
SENIGALLIA  - Colpo in pieno giorno in un palazzo del centro storico, dove i ladri hanno aperto anche la cassaforte. Sono fuggiti con vestiti e scarpe di marca, una borsa di Prada, alcuni profumi di Chanel, un tablet e delle creme. Il furto è avvenuto nel palazzo di piazza Doria, al civico 8, all’angolo di Corso 2 Giugno. La proprietaria, Alessia Francesconi, lavora come commessa nella profumeria Camelia al piano terra. Mentre lei lavorava qualcuno è riuscito ad introdursi in casa.

 

«Il furto è avvenuto tra le 10 e le 13 – racconta la vittima – appena sono arrivata ho trovato la porta aperta. I ladri hanno portato via una borsa di Prada, un tablet, tre paia di scarpe di marca, profumi e qualche capo di abbigliamento. Hanno aperto anche la cassaforte, riuscendo a trovare le chiavi, ma dentro c’erano due portafogli vuoti. Gioielli e soldi li tengo in una cassetta di sicurezza in banca». La proprietaria di casa si è accorta del furto solo dopo aver chiuso il negozio. Il ladro probabilmente sapeva di poter agire indisturbato visto che lei stava lavorando. «Hanno forzato la porta per entrare – prosegue nel racconto – e non hanno fatto nemmeno confusione. Sapevano di non avere fretta. Tra i vestiti hanno scelto quelli più costosi e lo stesso hanno fatto con le scarpe. Hanno portato via i profumi di Chanel, due confezioni intere e una aperta poi delle creme, scegliendo le più costose. Credo siano usciti dal portone di casa con la refurtiva dentro un borsone da palestra e una busta di Prada grande bianca, che mi sono accorta di non avere più».

Appena scoperto il furto ha subito chiamato i carabinieri che hanno effettuato un sopralluogo. Dal portone sono passati senza problemi. Nel palazzo c’è un dentista e schiacciando il pulsante il portone si apre in automatico. Ci sono due telecamere che potrebbero aver ripreso i ladri, facilmente riconoscibili se fossero usciti davvero dal portone con la busta di Prada e un borsone. Una è del Caffè Doria che si trova al piano terra del palazzo, di fianco al portone. L’altra in via Armellini è presente fuori da un negozio. Sempre che siano fuggiti verso via Armellini e non prendendo il Corso o via Cavour. In questi giorni c’è gran movimento in centro storico e di sicuro sono passati inosservati. Se qualcuno però dovesse averli notati con busta e borsone, potrebbe fornire ai carabinieri dettagli utili a rintracciarli.

«Non mi capacito di come sia potuto accadere un furto in pieno giorno, in pieno centro storico – prosegue la vittima – con tutto il via vai del bar oltretutto di fianco al portone. Temo che mi tenessero d’occhio». Sapevano che lei sarebbe rimasta in negozio. Sapevano dov’era la chiave della cassaforte. La scorsa settimana nel palazzo ci sono stati dei lavori e gli operai sono entrati nel suo appartamento venerdì. Questo ha raccontato ai carabinieri pur non volendo accusare nessuno. Però era normale le chiedessero se qualche estraneo fosse entrato in casa nei giorni precedenti al furto. La proprietaria spera che qualche testimone possa aver visto i ladri o che qualche altra attività possa avere delle telecamere che potrebbero rivelarsi utili per rintracciare i responsabili. Un furto davvero anomalo visto il bottino con cui i ladri sono scappati. © RIPRODUZIONE RISERVATA