Ladri a Offagna, sei blitz in una sera: il Comune non ha né vigili né spycam

Ladri a Offagna, sei blitz in una sera: il Comune non ha né vigili né spycam
Ladri a Offagna, sei blitz in una sera: il Comune non ha né vigili né spycam
4 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Dicembre 2019, 22:01 - Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 05:10

OFFAGNA - Stillicidio di furti in appartamento giovedì sera a Offagna. Torna la paura sotto la Rocca dopo che per la terza volta in un mese i ladri hanno messo a soqquadro diverse abitazioni. Sarebbero almeno sei quelle colpite l’altra sera tra via Moglie sotto allo stadio Vianello e in via Salvo d’Acquisto vicino all’ex campo sportivo Falaschi. Sempre con le stesse modalità, nel tardo pomeriggio e per rubare oro e soldi. In una abitazione di via Moglie i ladri hanno rubato addirittura le monete conservate da un bambino in un salvadanaio. Un bambino virtuoso e parsimonioso, visto che c’erano dentro oltre 300 euro. 

LEGGI ANCHE:

Esce di casa, i malviventi entrano in azione e le portano via i gioielli


Nella stessa casa i ladri si sono anche fermati a mangiare qualcosa in tutta tranquillità: quando il titolare è rientrato ha ritrovato le confezioni vuote di yogurt e Nutella sul tavolo della cucina. In un’altra abitazione di via Moglie, sotto al Vianello la titolare di casa era invece in cucina. «Stavamo per cenare, erano quasi le 20 quando – ha raccontato A.N.- abbiamo sentito un rumore forte dalla camera, che sta allo stesso piano, sono uscita e ho sentito uno scooter ripartire, ma nel buio non sono riuscita a vederli. Per fortuna non hanno preso nulla, quando si sono resi conto che eravamo in casa sono scappati senza entrare, ma che spavento».

In via Salvo d’Acquisto i ladri erano passati anche due settimane fa. E pure giovedì sera sono passati dai giardini che danno sulla campagna, da dove poi sono anche scappati nel buio. Saliti dal terrazzo, hanno sfondato una portafinestra della camera mettendo tutto a soqquadro e rubando oro approfittando della casa deserta. In tutto sono almeno sei i furti consumati o tentati l’altra sera, che hanno ricacciato gli offagnesi nella frustrazione. Anche perché proprio nei giorni scorsi è andato in pensione l’unico vigile urbano del paese Elio Nasuti, al quale il sindaco Ezio Capitani ha voluto inviare i ringraziamenti per gli oltre 40 anni di servizio, gli ultimi molto complicati visto che era rimasto da solo.

E mentre sotto la Rocca imperversano i ladri, con tre ondate di furti in un mese, il Comune ha zero agenti di polizia locale e mani legate per le assunzioni. «Abbiamo già avuto un incontro con il sindaco Pugnaloni per riavviare come in passato il servizio congiunto di polizia locale», ha spiegato ieri Capitani, che conta per inizio 2020 di stipulare una convenzione. Sempre per inizio anno vorrebbe installare le prima telecamere di videosorveglianza in paese. «Dovremo trovare fondi ministeriali ma serve un progetto da presentare in Prefettura,– spiega Capitani- che cercheremo di predisporre con un incarico esterno con le risicate risorse che abbiamo visto il dissesto finanziario dal quale usciamo». L’obiettivo è mettere almeno 5 spy-cam nei punti di accesso al borgo. C’è chi chiede intanto maggiori pattugliamenti, come quelli avviati nei giorni scorsi nella vicina San Biagio. «Già le forze dell’ordine stanno facendo il possibile, sono in contatto permanente con la stazione dei carabinieri di Offagna, questa estate –dice il sindaco- ho avuto un incontro con il Comandante della Compagnia di Osimo, debbo ringraziarli per quello che già fanno, speriamo che riescano a prenderli come hanno fatto di recente con un’altra banda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA