L’Esino è gonfio e sorvegliato speciale
Anche i torrenti si stanno ingrossando

Martedì 14 Maggio 2019
JESI - Esino sorvegliato speciale. La sala operativa della protezione civile regionale ha comunicato che il fiume ha superato la soglia di allarme a monte di Jesi. Per via della pioggia, che cade abbondante e senza sosta da due giorni, l’alveo è gonfio d’acqua e anche alcuni torrenti si stanno ingrossando facendo salire anche la preoccupazione. La situazione è costantemente monitorata dalla Protezione civile e dalla Polizia locale, in città è stato aperto il Coc-Centro operativo Comunale per registrare le situazioni di particolare criticità. 

 

L’Esino scorre in piena, trascinando con sé rami, detriti, sterpaglie. Ansia soprattutto per i residenti di alcune zone che insistono sulle rive del fiume. «Abbiamo allertato anche i residenti delle aree a rischio come via del Burrone, Coppetella, Gangalia, Roncaglia - dice il vice comandante della Polizia locale Filippo Peroni - si tratta di quelle che si trovano nelle immediate vicinanze del fiume Esino. Delle nostre pattuglie, coadiuvate dal personale dell’Area servizi tecnici del Comune, sono in servizio per un costante controllo dei ponti, sottopassi e corsi d’acqua. Certamente al momento il maltempo non ha causato riscontri negativi, ma siamo allerta». 
La macchina comunale e di protezione civile è mobilitata, al Coc non sono ancora pervenute segnalazioni di particolare disagio, sebbene vi sia una rete di attenzione molto alta. Da parte dell’Amministrazione comunale, tramite i canali social e whatsapp che arrivano a una fascia altissima di cittadini, si raccomanda massima prudenza in prossimità di ponti, ponticelli e sottopassi. Già nel pomeriggio di domenica era stato chiuso il sottopasso in zona Goldengas, dietro la Rusticanella, una precauzione adottata dal Comune già con le prime abbondanti piogge. L’allerta resta alta.  © RIPRODUZIONE RISERVATA