Infarto a 2000 metri, è morto all'ospedale
il marchigiano soccorso sul Gran Sasso

Sabato 31 Agosto 2019
ANCONA - E' morto all'ospedale dell'Aquila l'escursionista marchigiano soccorso per un infarto a 2000 metri sul Gran Sasso. G.G., 64 anni, era un esperto della montagna. 

Il soccorso alpino e speleologico Abruzzo lo aveva recuperato ieri sera attorno alle 20 sul Gran Sasso, l'uomo stava scendendo dal Corno Piccolo, lungo la Via Normale. Improvvisamente il malore ha accusato persistenti dolori al petto.

L'allarme era scattato poco prima delle 14, quando il figlio ha chiamato il 118 che ha allertato la stazione di Teramo e fatto alzare l'elisoccorso dall'Aquila. A causa della scarsa visibilità, dovuta alla presenza di nebbia sopra ai 2000 metri, i tecnici del soccorso alpino e la componente medica dell'equipaggio sono stati trasportati dall'elicottero nel Vallone dei Ginepri per poi raggiungere a piedi l'infortunato. L'uomo è stato quindi trasportato in barella fino al sottostante sentiero Ventricini dove l'elicottero ha potuto procedere al suo recupero con il verricello e al trasporto all’ospedale dell'Aquila. Il decesso durante la notte.  Ultimo aggiornamento: 1 Settembre, 11:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA