Si siede sui binari e aspetta il treno per farla finita: salvato dai poliziotti

Martedì 11 Maggio 2021
Jesi, si siede sui binari e aspetta il treno per farla finita: salvato dai poliziotti

JESI – Attende di essere travolto da un treno, ma la Polizia lo salva in extremis. La tragedia sventata stava per consumarsi sui binari della stazione ferroviaria di Jesi dove un uomo disperato era andato in cerca della fine dei suoi tormenti.

Coronavirus, 151 nuovi positivi oggi nelle Marche. In due province il rischio è più alto / La progressione del contagio

 

L’uomo, 50enne jesino, era arrivato alla stazione di viale Trieste in macchina, l’aveva parcheggiata nelle vicinanze poi aveva raggiunto i binari e si era accovacciato in attesa di un convoglio che sapeva, da lì a poco sarebbe arrivato. Ma prima di abbandonarsi allo sconforto totale, d’istinto ha fatto un’ultima telefonata. Ha chiamato il 113, annunciando di volersi togliere la vita. A quel punto, l’operatore della Polizia di Stato ha cercato di tenerlo in linea. Contemporaneamente sono state allertate le volanti, che dirette alla Stazione dovevano rintracciarlo. Gli agenti del Commissariato di Jesi, diretti dal vice questore Mario Sica, hanno rintracciato l’auto in uso al 50enne. Poi si sono messi alla ricerca del disperato: contemporaneamente era stata allertata la stazione, chiedendo l’immediata sospensione di tutto il traffico ferroviario da e per Jesi, atteso che proprio in quei concitati minuti stava per arrivare un convoglio proveniente da Fabriano. In breve tempo gli agenti hanno rintracciato l’aspirante suicida che stava accovacciato sui binari in evidente stato confusionale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA