Stroncato da un malore, Jesi e la Vallesina piangono la morte dell'avvocato Serrini

Martedì 23 Febbraio 2021
Stroncato da un malore, Jesi e la Vallesina piangono la morte dell'avvocato Serrini

JESI - E' morto nella notte presso la propria abitazione di Jesi a 67 anni l’avvocato Cesare Serrini, figura molto nota non solo in città ma in tutto il comprensorio della Vallesina.

Un impegno profondo quello di Cesare Serrini che ha svolto l’attività legale sia a Jesi che a Roma: a 42 anni ha ottenuto l’iscrizione all’Albo Speciale dei Patrocinanti presso la Suprema Corte di Cassazione e le altre Magistrature Superiori. Figura conosciuta e anche molto stimata in città è stato colto da un malore nel cuore della notte.

Nell’ambito della professione forense si è occupato soprattutto di diritto civile, di diritto amministrativo, di diritto del lavoro, di diritto societario e bancario, di diritto ambientale e sanitario. Ha presieduto nell’anno 2007-2008 la seconda sottocommissione per l’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Ancona.

 

IL RICORDO DEL SINDACO BACCI

«Ricordo con grande stima Cesare Serrini, professionista molto apprezzato e personalità impegnata per lunghi anni nelle istituzioni, come consigliere comunale, assessore e vicesindaco, sempre fedele agli ideali socialisti”.

Così il sindaco Massimo Bacci dopo aver appreso la notizia della scomparsa del noto avvocato. “Con lui - ha aggiunto Bacci - mi ero confrontato quando decisi di candidarmi alla carica di Sindaco, ricevendo utili suggerimenti e preziosi consigli.

Alla moglie ed ai figli i sensi del mio partecipato cordoglio e di quello di tutta l’Amministrazione comunale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA