Scuola Martiri della Libertà, il pasticcio dei moduli per il bus

Mercoledì 29 Luglio 2020
Scuola Martiri della Libertà, il pasticcio dei moduli per il bus

JESI - Sul modulo scaricabile dal sito del Comune con il quale le famiglie di alunni e alunne della primaria Martiri della Libertà debbono – si specifica entro il 31 luglio- fare richiesta per il servizio di navetta gratuito per il nuovo anno scolastico, i plessi indicati fra i quali scegliere sono ancora Federico II, Gemma Perchi, Mazzini. Ovvero le sedi alternative utilizzate - data la ristrutturazione mai terminata sulla scuola di via Asiago- negli ultimi due anni. E questo nonostante da settimane si dibatta intorno alla decisione del Comune, che ha visto contrari docenti e buona parte delle famiglie, di spostare da settembre la Martiri in centro, fra Mestica e ex tribunale. 

LEGGI ANCHE:
Travolta da un'auto sulla Statale: donna soccorsa dall'eliambulanza
 
Il pasticcio dei moduli fa parlare di «farsa» Jesi in Comune. Ma per l’amministrazione, quelle dell’opposizione sono «gratuite polemiche, quando il buon senso dovrebbe spingere tutti a fare squadra in un momento così delicato per la scuola». Fa notare Jesi in Comune: «Lo scorso anno, a giugno, il Comune inviava alle famiglie un modulo, da compilare entro il 15 luglio, con specificati i plessi di destinazione: Perchi, Federico II, Mazzini. Anno 2020: il Comune non invia alcuna comunicazione, giusto per aumentare la confusione. I più diligenti e informati cercano il modulo nel sito del Comune che prevede il termine 31 luglio. Ma il modulo 2020 prevede ancora Perchi, Federico II e Mazzini. La domanda sorge spontanea: che dovrebbero scrivere i genitori? Quali a fine luglio le proposte del Comune? Evidentemente JesiServizi che si occupa dei trasporti non lo sa ancora, così come non lo sanno genitori, alunni, insegnanti». Per Jesi in Comune il segno di una «gestione assurda». L’amministrazione si giustifica: «È del tutto evidente che le procedure standardizzate impongono a JesiServizi di predisporre il modulo indicando le vecchie strutture almeno fino a quando non ricevono nuova comunicazione su dove verranno distribuite le classi per il prossimo anno. L’amministrazione ha già anticipato che saranno ospitate presso Mestica e Palazzo Carotti. L’ufficializzazione, alla quale si atterranno tutti gli uffici, giungerà con la delibera di Giunta di prossima approvazione e tutte le famiglie saranno opportunamente informate. E, a tempo debito, una volta che il Ministero emanerà le linee guida anche per il trasporto scolastico, si saprà come garantire il bus navetta» 

© RIPRODUZIONE RISERVATA