Sconfitto da un male a 44 anni: un aiuto al Filo d’Oro in memoria di Giovanni Chiorrini

Giovedì 1 Luglio 2021
Giovanni Chiorrini

JESI - Una famiglia distrutta dal dolore più grande, quello di perdere prematuramente un figlio a causa di un male. Giovanni si è spento in ospedale, aveva 44 anni, strappato all’amore dei suoi cari da una malattia subdola contro cui combatteva da un po’ di tempo e che aveva reso difficile la sua vita.

 

Una tragedia che colpisce una famiglia jesina mettendola in ginocchio e che oggi spezza il cuore di tante persone vicine a Giovanni Chiorrini. L’uomo, di professione imprenditore agricolo, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni, era ricoverato da oltre due settimane all’ospedale di Pesaro dove si è spento martedì sera intorno alle 22.20. Il suo giovane cuore si è arreso a una battaglia difficilissima che gli aveva consumato pian piano le energie e le speranze. Celibe, dedicava tutto il suo tempo alla famiglia, al lavoro nell’azienda agricola a Jesi e agli amici più cari. Serio, pacato e molto riservato, lascia nel dolore la mamma Aldesina Pierella, che gli è sempre stata accanto durante il calvario della malattia, le sorelle Marzia, Doriana e Carla, i cognati Guido e Mauro, i nipoti Alessandro, Benedetta e Nico, i parenti e gli amici.

La salma è stata composta alla Casa del Commiato di Bondoni (in via dell’Industria a Castelplanio), già oggi si potrà partecipare alla camera ardente dalle ore 11 per l’ultimo saluto, una visita per abbracciare la mamma o una preghiera prima della sepoltura. Il funerale sarà celebrato domani alle 10 nella chiesa di Santa Maria del Piano. Poi l’ultimo viaggio verso il cimitero comunale di Jesi. La famiglia ha promosso una raccolta fondi durante la cerimonia funebre in memoria di Giovanni. Le offerte raccolte saranno devolute in favore della Lega del Filo d’Oro di Osimo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA