L'alcol e la gelosia trasformano la festa in casa in un Far west: due feriti nella maxi rissa

L'alcol e la gelosia trasformano la festa in casa in un Far west: due feriti nella maxi rissa
L'alcol e la gelosia trasformano la festa in casa in un Far west: due feriti nella maxi rissa
di Talita Frezi
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 07:20

JESI - Notte movimentata e decisamente alcolica quella di domenica nel cuore del centro storico della città. Intorno a mezzanotte, una festicciola in un appartamento di vicolo Tosi si è trasformata in un’autentica rissa. A scontrarsi sarebbero stati alcuni colombiani contro un giovane dominicano. Sembra che, oltre alla massiccia dose di alcol ingerita sia dai partecipanti alla festa (un gruppo di colombiani) che del rivale, arrivato in un secondo momento per la “resa dei conti”, ad accendere la miccia della violenza sarebbe stata la gelosia

La causa

A essere mal digerita, sarebbe stata la relazione di una donna colombiana con l’uomo dominicano. Sono volate minacce di morte, per la donna e il compagno, per costringerli a interrompere la relazione. E visto che le parole non erano sufficienti a dissuaderli, sono passati ben presto alle mani. Calci e pugni, una violenza in crescendo, alimentata da urla disumane e rumori come di mobili e oggetti spaccati a terra. I residenti del quartiere sono stati svegliati di soprassalto verso mezzanotte e mezzo, dalle urla e dal baccano di gente che si picchiava e di mobili sfasciati. Un delirio in crescendo durato fino alle 3. Qualcuno, temendo conseguenze ben più gravi o addirittura un epilogo tragico, ha contattato il numero unico di emergenza 112. Sembra che di accese liti se ne siano già verificate in vicolo Tosi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con un’ambulanza e una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Jesi. All’arrivo dei sanitari e dei carabinieri, qualcuno ha provato a svignarsela, senza risultato. 
Le cure

Il bilancio è di due feriti, entrambi ventenni, colombiani, trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Urbani per essere medicati. Le loro condizioni non sono gravi. I due feriti, dopo essere stati sottoposti alla medicazione delle ferite, si sono allontanati dal pronto soccorso per eludere le responsabilità di legge connesse all’episodio. I militari li hanno rintracciati e poi identificati, così come tutti i partecipanti alla festa sfociata in rissa. Le indagini sull’episodio sono in corso e i militari stanno ricostruendo la dinamica e procederanno per gli adempimenti di legge previsti. Grande spavento da parte dei residenti che, se lo scorso weekend hanno potuto tirare un sospiro di sollievo sul fronte dei disordini legati alla movida in centro storico, hanno eppure dovuto far fronte agli eccessi di una notte ad alto tasso alcolico che comunque li ha tenuti svegli fino alle 3 del mattino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA