Palestre via Zannoni, stop al centro vaccini: ecco quelle che potrebbero essere le nuove sedi

Sabato 18 Settembre 2021
Palestre via Zannoni, stop al centro vaccini: ecco quelle che potrebbero essere le nuove sedi

JESI  - Palestre di via Zannoni da restituire entrambe, dal prossimo 1 ottobre (ma per una se ne parla già oggi), all’attività di scuole e società sportive. Si cerca allora una nuova sede per il punto vaccinazione. L’ipotesi che, al momento, prende quota, sembra essere quella di un trasferimento nei locali ex II Circoscrizione di via San Francesco.

 

 

Suscitando la protesta della Libera Università degli Adulti che li ha in uso e causando pure lo scontro in Consiglio fra il presidente della Luaj e ex sindaco, Gabriele Fava, e il presidente Daniele Massaccesi. Il primo denuncia i timori della Luaj nell’intervento per il conferimento della benemerenza civica alla memoria del professor Antonio Ramini (proposta dalla stessa Libera Università, di cui Ramini è stato per anni presidente). Il secondo lo interrompe ritenendo inadeguato che se ne parli in quello spazio. Con Fava che parla poi di «autoritaria censura del mio pensiero e deficit democratico».

E il presidente Massaccesi che stigmatizza l’accaduto scusandosi con i familiari del professor Ramini e parlando di «pecca in una cerimonia che doveva essere diversa». Resta il nodo del centro vaccinazione: una delle palestre di via Zannoni oggi (c’era già stata una proroga) viene riconsegnata dall’Asur per consentirvi lo svolgimento delle attività di Scienze Motorie di Liceo Classico e Artistico e dello sport extrascolastico. Per l’altra palestra, proroga della scadenza al 30 settembre ma riconsegna comunque prevista a breve. Fra le ipotesi valutate, l’utilizzo della ex palazzina della direzione generale Asl in via Guerri, l’ex sede del Centro Alzheimer in via San Giuseppe e infine i locali di via San Francesco, che paiono dover essere i prescelti. Interpellate anche delle agenzie immobiliari per verificare eventuali disponibilità di immobili sul mercato. Sono in corso le valutazioni dell’Area Vasta 2 dell’Asur su quale sia la soluzione migliore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA