Il mondo del rugby piange Latini, ex giocatore e allenatore. Aveva 52 anni

Lunedì 19 Ottobre 2020 di Talita Frezzi

JESI La società Jesi Rugby in lutto per l’improvvisa scomparsa di Luciano Latini, 52 anni, ex giocatore e allenatore.

 

Da sempre membro della grande famiglia della palla ovale, aveva iniziato a giocare da piccolissimo, con il mini-rugby. Un mondo che amava e che adesso lo piange. Latini si è spento ieri mattina, colto da malore nel sonno. Dipendente della ditta “Paradigma derattizzazione e disinfestazione”, dedicava gran parte del tempo alla palla ovale, trasmettendo l’amore per il rugby ai ragazzi che allenava e al figlio Vittorio, che milita nell’under 18. La notizia della sua scomparsa getta il Club nello sconforto. «Luciano ha passato la palla per l’ultima volta. Ieri notte si è addormentato ma stamattina non si è più svegliato - scrivono dal Club sulla pagina Facebook - Luciano Latini era l’anima del nostro club, ex giocatore, allenatore da tantissimi anni, sempre pronto alla battuta e amico di pomeriggi e serate spensierate e divertenti. Luciano lascia un vuoto incolmabile, ci ha lasciato troppo presto». «Siamo sconvolti - dice il presidente del Rugby Club Luca Faccenda - era una persona eccezionale, sempre pronto a mettersi in gioco. Il club era la sua vita, lo frequentava fin da piccolissimo. Siamo tutti vicini alla sua famiglia». Lascia nel dolore la moglie Carla e i figli Giorgia e Vittorio, i parenti e gli amici. I funerali saranno fissati nelle prossime ore. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA