È morto il dottor Fratadocchi
Jesi perde lo storico farmacista

Mercoledì 16 Maggio 2018
JESI - La città ha salutato ieri, con grande commozione, uno dei suoi farmacisti più conosciuti. Si è spento domenica mattina nella sua abitazione il dottor Edoardo Breccia Fratadocchi, originario di Montottone nel Fermano, ma jesino d’adozione. Aveva 81 anni e una carriera professionale che correva parallelamente all’impegno politico, essendo stato anche consigliere comunale nelle fila della Democrazia cristiana negli anni Novanta. Aveva ereditato la Farmacia centrale, che allora si affacciava su piazza della Repubblica, dal padre anche lui dottore farmacista. 

 

«Ricordo che prima era informatore scientifico presso i medici, lavorava nel campo della farmacia cercando di conoscere i farmaci da consigliare nei vari studi dei professionisti della zona, poi quando il padre decise di lasciare la farmacia lui subentrò a portare avanti l’attività di famiglia – lo ricorda il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Ancona dottor Piero Calcatelli –. Era curioso e attivo, un bravo collega. Erano gli anni ‘80-‘90, poi ottenne il permesso per trasferire la farmacia in via Fausto Coppi, dove si trova attualmente. Ma dopo alcuni anni la cedette. Appassionato di erbe e di medicina alternativa, era una persona vicina e interessata alla sua città tanto da scegliere proprio negli anni della farmacia centrale, l’attività politica come consigliere comunale. Purtroppo l’ho perso di vista dopo la pensione, quando aveva cancellato la sua iscrizione all’ordine dei dottori farmacisti, era riservato e lo vedevo poco in giro - conclude il presidente Calcatelli - ho appreso la notizia della sua morte con molto dispiacere». 
Il dottor Fratadocchi si era avvicinato negli ultimi anni dell’attività farmaceutica alla pratica della riflessologia plantare cinese (On-zon-su) e ai metodi di cura con agopuntura collaborando con uno studio medico di una dottoressa cinese. Ieri mattina, l’ultimo saluto alla chiesa di San Francesco d’Assisi dove sono stati celebrati i funerali. Alla moglie Elisabetta Ivoi e ai figli Paolo e Giacomo si sono stretti gli amici di sempre, i colleghi e tanti conoscenti. Composta e toccante la cerimonia funebre, al termine della quale la salma è stata cremata e le ceneri sono state tumulate. © RIPRODUZIONE RISERVATA