Jesi, quattro persone all'ospedale
Pericolo monossido di carbonio in casa

Allarme dei pompieri per la presenza di monossido di carbonio
Allarme dei pompieri per la presenza di monossido di carbonio
1 Minuto di Lettura
Martedì 29 Dicembre 2015, 23:09 - Ultimo aggiornamento: 23:08

JESI - ​La canna fumaria è intasata e sprigiona monossido di carbonio. Quattro persone, tutte adulte, finiscono all'ospedale.
Per loro una lieve intossicazione. E' successo nel tardo pomeriggio di ieri, in una palazzina a due piani in via del Verziere, al civico 54.

I residenti di due appartamenti sentivano un acre odore di fumo che aveva invaso tutte le stanze e la mansarda, tanto che hanno richiesto un intervento dei vigili del fuoco per un sopralluogo tecnico, così da capire da dove provenisse.

I pompieri del distaccamento di Jesi sono intervenuti con le apposite strumentazioni, che hanno rilevato un'elevata concentrazione di monossido di carbonio negli ambienti.
I
l monossido era sprigionato a causa del malfunzionamento della canna fumaria, intasata e quindi non in grado di far fuoriuscire il fumo correttamente. E sebbene non si fosse sprigionato un incendio, il fumo era filtrato subdolo in tutte le intercapedini, il sottotetto e dai camini.

I pompieri dopo aver messo in sicurezza la canna fumaria hanno allertato il 118 e consigliato alle due famiglie di sottoporsi ad accertamenti sanitari in ospedale.

Due persone sono state trasportate in ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale Carlo Urbani mentre altre due sono andate con mezzo proprio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA