Jesi, ragazze molestate e aggredite
Denunciato il maniaco rapinatore

Mercoledì 21 Dicembre 2016
Jesi, ragazze molestate e aggredite Denunciato il maniaco rapinatore

JESI - Preso il rapinatore maniaco che ha terrorizzato giovani ragazze a Jesi. Lo hanno identificato e denunciato i carabinieri di Jesi al termine di un'articolata indagine che ha preso il via, alla fine del mese scorso, quando una ragazza di Cupramontana aveva  denunciato di aver subito una rapina in via Cavallotti di Jesi davanti alla fermata dell’autobus. L'aggressione era poi fallita perché un giovane di passaggio era intervenuto in aiuto della ragazza facendo così desistere il malintenzionato. In quell’occasione la vittima era stata prima presa per i capelli per essere poi scaraventata a terra, dovendo così ricorrere al pronto soccorso, ove le venivano prognosticate 7 giorni di malattia.

Sempre in quei giorni a Jesi  era stato segnalato un uomo sulla trentina che si era reso autore di numerose molestie in danno di giovani ragazze. Grazie alla collaborazione di alcune vittime e di alcuni,  i militari della Stazione Carabinieri e del Nucleo radiomobile sono riusciti a dare un volto al rapinatore, che è risultato essere anche l’autore delle molestie.

Dopo una serrata attività investigativa, i militari operanti hanno denunciato un giovane di 30 anni residente a Maiolati Spontini, nei confronti del quale, oltre alla denuncia per tentata rapina e lesioni depositata presso la Procura della Repubblica di Ancona, è stata avanzata una proposta per l’applicazione del foglio di via obbligatorio per il comune di Jesi.

Ultimo aggiornamento: 16:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA