Jesi, neo mamma picchiata in casa
Mandibola rotta, uomo arrestato

Venerdì 20 Settembre 2019
Botte alla convivente
JESI - Una 30enne italiana, mamma di un bimbo di neanche un anno di vita, è stata aggredita dal compagno, suo coetaneo anch’egli italiano. L’uomo, in forte stato di agitazione, l’ha picchiata con schiaffi e pugni, tanto da fratturarle la mandibola. Non è chiaro cosa abbia scatenato tanta violenza, se la gelosia o un banale litigio. Fatto sta che la poveretta, ferita e spaventata, temendo per la sua incolumità e per quella del figlio, ha trovato il coraggio di chiedere aiuto ai Carabinieri. E sembra che quella di mercoledì sera non fosse la prima volta che la picchiava. La centrale operativa dell’Arma di Jesi ha inviato sul posto una pattuglia che ha arrestato l'uomo.  La giovane mamma è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani, dove è stato attivato il percorso di tutela “codice rosso” per le donne maltrattate e abusate. © RIPRODUZIONE RISERVATA