Angelo ucciso da un malore a 50 anni: la città in lutto per l'agronomo con la passione per il tango

Jesi, Angelo ucciso da un malore a 50 anni: la città in lutto per l'agronomo con la passione per il tango
Jesi, Angelo ucciso da un malore a 50 anni: la città in lutto per l'agronomo con la passione per il tango
di Talita Frezzi
3 Minuti di Lettura
Martedì 27 Aprile 2021, 09:02

JESI - Un malore improvviso lo ha colto nella sua abitazione, impedendogli anche di chiamare i soccorsi. Una giornata di festa, quella del 25 Aprile, si è trasformata in tragedia nel piccolo borgo di San Paolo di Jesi: Angelo Zannotti, agronomo della Regione Marche, tanguero e personaggio molto conosciuto e stimato anche per la sua carriera da ex assessore alle Politiche agricole nella giunta Barcaglioni, si è spento improvvisamente a 58 anni. Doveva trascorrere la giornata del 25 Aprile con un amico, fuori a pranzo. 

Sport e natura

Non vedendolo arrivare e non riuscendo a raggiungerlo al cellulare, l’amico si è impensierito e ha lanciato l’allarme. Ma purtroppo era tardi, il cuore generoso e gentile di Zannotti si era fermato per sempre, lasciando nello sconcerto quanti lo conoscevano. La notizia, rimbalzata nel tardo pomeriggio in paese, è stata un fulmine a ciel sereno: maestro di tango argentino, appassionato di camminate in campagna, di natura e di sport, nulla avrebbe lasciato presagire un dramma del genere. Angelo Zannotti lascia nel dolore i fratelli Luciano, Graziano e Graziella, i cognati Sheila e Brunetto, i nipoti Chiara, Giulia, Roberto e Sofia, i parenti e tantissimi amici. La salma è stata composta alla Casa del Commiato di Bondoni (via dell’Industria a Castelplanio). Ieri è stata aperta la camera ardente, visitata dagli amici più cari. L’ultimo addio oggi pomeriggio alle 15,30 nella chiesa parrocchiale di San Paolo di Jesi La comunità di San Paolo di Jesi si stringe con commozione e affetto ai familiari. Lutto anche nel mondo del tango, dove Angelo era maestro molto apprezzato. Un personaggio molto conosciuto e ben voluto. Agronomo ed ex assessore comunale all’Agricoltura e alle Attività produttive, Angelo Zannotti si era fatto promotore di interessanti progetti culturali insieme alla Pro loco per la promozione della visciola, tipicità che lega il suo nome proprio al territorio di San Paolo di Jesi. Tante le collaborazioni con le scuole e la Pro loco anche nell’ambito della tradizionale “Festa del vi’ de visciola”.
La Pro loco

Proprio la Pro loco saluta Angelo con un pensiero: «Un grande amico, che ha sempre creduto in noi, nelle nostre idee e iniziative – scrivono i soci – ci ha aiutati a far conoscere il nostro vino di visciola, è sempre stato disponibile e pronto a sostenerci». Dal 2000 al 2006 Angelo Zannotti aveva anche guidato il gruppo Colonnara di Cupramontana come presidente e amministratore delegato. Le sue specifiche e qualificate competenze professionali che gli avevano permesso di collaborare con importanti aziende e realtà del territorio. Un’attenzione all’ambiente e all’agricoltura che coniugava alla passione per la cucina e a quella per il tango. Gli ex allievi di ballo, profondamente addolorati, lo ricordano come «una persona di grande cortesia e educazione, semplice, gentile e diretto». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA