Jesi, furto di profumi: arrestate due ladre rom. L'auto sospetta era stata segnalata da tempo

Jesi, furto di profumi: arrestate due ladre rom. L'auto sospetta era stata segnalata per tempo
Jesi, furto di profumi: arrestate due ladre rom. L'auto sospetta era stata segnalata per tempo
di Gianluca Fenucci
2 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Novembre 2023, 04:50 - Ultimo aggiornamento: 12:26

JESI Quattro romeni, due donne e due uomini, avevano fatto razzia di profumi, creme e cosmetici in un negozio di Jesi ma gli agenti del commissariato di polizia li hanno fermati. Nel primo pomeriggio di mercoledì, gli agenti di una volante hanno individuato un’auto sospetta già segnalata precedentemente poiché le persone a bordo erano dedite alla commissione di furti negli esercizi commerciali.

L’auto è stata fermata in viale Don Minzoni mentre stava percorrendo la strada in direzione Ancona ed è stata sottoposta ad un accurato controllo. Le due donne e i due uomini a bordo erano tutti di nazionalità romena e il veicolo risultava intestato ad una società di noleggio con sede a Roma. Durante il controllo i quattro apparivano molto nervosi ed inquieti e più volte hanno dichiarato agli agenti la necessità di fare un rapido rientro a Roma, in via Salaria presso il campo rom nel quale hanno affermato di abitare. Gli agenti della polizia di Jesi hanno però voluto vederci chiaro ed hanno ritenuto di procedere a perquisizioni approfondite soprattutto per scongiurare il possesso di armi. 

Nell’auto non c’erano pistole, fucili o armi da taglio ma due buste di plastica contenenti 74 prodotti cosmetici prelevati presso un negozio jesino.

I quattro romeni non erano in possesso di alcun scontrino. I poliziotti hanno interpellato telefonicamente il titolare dell’esercizio commerciale che ha riscontrato una serie di ammanchi dagli scaffali espositori del negozio, per un valore di oltre mille euro. Tramite alcune fotografie le due donne romene sono state riconosciute per quelle che pochi minuti prima erano entrate nell’esercizio commerciale per poi uscirne con la refurtiva, senza passare per le casse. Ad attenderle fuori dal negozio c’erano i due uomini a bordo dell’auto: rapidamente i quattro si sono allontanati dal luogo del furto. Tutta la refurtiva è stata restituita, dopo la regolare denuncia, al titolare del negozio. Le due donne, incensurate, sono state arrestate per furto aggravato, i due uomini sono stati denunciati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA