Focolaio con cinque giocatori positivi: chiusa e sanificata la bocciofila. Parente contagiato, sindaco in quarantena

Martedì 14 Dicembre 2021 di Talita Frezzi
Focolaio con cinque giocatori positivi: chiusa e sanificata la bocciofila. Parente contagiato, sindaco in quarantena

JESI - Il sindaco Massimo Bacci è costretto a stare in isolamento. Lo ha reso noto lui stesso, attraverso i canali ufficiali del Comune, avvisando che comunque il suo impegno verso le questioni prioritarie dell’Amministrazione comunale resterà immutato, solo che lavorerà da casa in isolamento e via streaming.

Da pneumologia ad oculistica, ecco dove le Marche ricavano nei reparti i nuovi posti letto Covid

 

Il sospetto caso di Covid di un proprio congiunto, da sabato sera aveva indotto il primo cittadino ad usare ogni cautelare e di conseguenza ad annullare la propria partecipazione ad ogni iniziativa pubblica. Una prudenza adottata fino ai successivi tamponi, che hanno confermato la situazione. Il sindaco Bacci resterà in auto-quarantena per l’intera settimana, «mantenendo alta l’attenzione sulle tematiche aperte e di interesse per la città – si legge in una nota del Comune - . Resta confermata per oggi pomeriggio la presentazione delle linee di bilancio 2022 del Comune di Jesi nell’incontro pubblico previsto per le 18 a Palazzo della Signoria (con diretta streaming nella rete civica), tuttavia il sindaco ha reso noto che interverrà ma ovviamente non in presenza». Bacci sarà collegato online per portare il suo contributo come primo cittadino per rispettare la quarantena. E sempre a causa del Covid, sono stati adottati provvedimenti precauzionali anche alla Bocciofila jesina di via La Malfa, che ha dovuto chiudere i battenti per qualche giorno. La decisione è stata assunta dalla Asd Bocciofila Jesina d’intesa con il Comune per provvedere alla sanificazione degli ambienti, dopo che si erano registrati venerdì scorso alcuni casi di positività. Si tratta di un gruppetto di cinque giocatori, ultrasettantenni, che sebbene tutti già vaccinati hanno contratto il virus. Via via si sono avvisati l’un l’altro, facendo scattare la procedura di verifica tramite i tamponi che hanno purtroppo confermato il sospetto. Pertanto, tutti e cinque i giocatori sono in quarantena. I giocatori hanno avvisato i gestori della Bocciofila, ne è stata data comunicazione al Comune e subito si è provveduto alla chiusura precauzionale della struttura per la sanificazione e per ripristinare la sicurezza dei locali agli altri frequentatori.

 

Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre, 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA