Jesi, codici a barre tagliati per razziare
i negozi: due ladre prese col bottino

Mercoledì 14 Agosto 2019

JESI - Quando hanno visto le divise si sono allarmate ed hanno accelerato il passo, ma cioò non è bastato: i Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno arrestato due donne per furto aggravato in concorso.

Ruba un cellulare al bar: carabinieri fermano traghetto per prenderla

Si tratta di due ragazze rispettivamente di 40 e 41 anni, in trasferta da Ancona a Jesi. Ieri sera, nel centro abitato di Jesi, militari della pattuglia del Nucleo Radiomobile, in servizio nei pressi di un esercizio commerciale, notavano uscire due donne con due borse rigonfie. Le stesse, notata la pattuglia, salivano frettolosamente a bordo di un’auto cercando così di evitare il controllo. Prontamente fermate, i militari procedevano ad una immediata perquisizione sul posto che permetteva di rinvenire all’interno dell’auto prodotti commerciali di cosmetica. Le successive verifiche non lasciavano alcun dubbio: ”merce appena rubata nel negozio”. Per non fare attivare i sensori antitaccheggio ad una pochette era stato tagliato il codice a barre.
Nell’auto venivano rinvenuti anche prodotti per decorazioni artistiche, risultati rubati nella stessa giornata presso altro l’esercizio commerciale della stessa città di Jesi. 
I militari hanno recuperato la refurtiva ed hanno condotto le due donne in caserma dove sono state dichiarate in arresto. La merce di provenienza furtiva, per un valore complessivo di circa 500 euro, dopo l’inventario, è stata restituita ai rispettivi proprietari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA