Calci e spintoni all'arbitro, sconfitta a tavolino e squadra falcidiata: quattro squalificati per due anni

Giovedì 7 Aprile 2022 di Leonardo Massacesi
Calci e spintoni all'arbitro, sconfitta a tavolino e squadra falcidiata: quattro squalificati per due anni

CINGOLI - «Spintoni e calci all’arbitro»: provvedimento del giudice sportivo nei confronti della società Largo Europa Luciano Bocchini di Jesi per quanto accaduto sabato scorso in campo allo Spivach di Cingoli durante la partita tra la Cingolana San Francesco e la squadra jesina, incontro di Seconda Categoria del Girone D.

Tirassegno da brividi dei ladri contro i vicini che riprendono l'assalto alla banca

 

Il bilancio, secondo quanto si legge nel comunicato della Figc Marche, è la squalifica di quattro giocatori della compagine jesina fino al 3 aprile 2024: sono il capitano (quale riferimento della squadra), e tre calciatori («di tutti i giocatori partecipanti all’aggressione» i tre «sono quelli riconosciuti personalmente dall’arbitro»). Oltre alle squalifiche il Largo Europa ha avuto partita persa a tavolino 3-0 (l’incontro al momento della sospensione era sul 2-1 per i padroni di casa). Tutto è successo a pochi secondi dal termine dei minuti di recupero del secondo tempo per una decisione contestata: secondo il referto arbitrale «il direttore di gara veniva accerchiato da quasi tutti i giocatori jesini inclusi i componenti della panchina che sono entrati in campo» e considerata la situazione ha sospeso la partita «in conseguenza di un’aggressione che ne ha messo a repentaglio l’incolumità fisica». Sempre secondo il comunicato della Figc Marche «l’arbitro all’indomani a causa di un trauma (si parla di spintoni e calci) raggiungeva il pronto soccorso locale dove gli veniva diagnosticato un politrauma da aggressione con prognosi di 5 giorni». Il giudice sportivo ha ritenuto, sulla base del referto arbitrale, la società Largo Europa responsabile dei fatti che hanno impedito il regolare svolgimento della gara, nonché di condotta violenta nei confronti dell’ufficiale di gara. Ma cosa è successo a pochi secondi dalla fine dell’incontro? Sul 2-1 per la Cingolana San Francesco l’arbitro ha concesso un calcio d’angolo agli ospiti: sul traversone in area l’arbitro avrebbe fischiato un fallo a favore della squadra di casa prima che la palla finisse in rete. Sarebbe stato il 2-2 per gli ospiti. Da qui il finimondo, le proteste e la sospensione della partita. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA