Jesi, botte al padre che vuole portarlo
alla comunità di recupero: condannato

Botte al padre che vuole
portarlo ​alla comunità
di recupero: condannato
JESI - Due settimane fa è stato arrestato dai carabinieri di Filottrano dopo aver massacrato di botte il padre al termine dell’ennesima lite familiare. All’uomo, portato in ospedale, era stata diagnosticata la frattura delle ossa nasali e dell’orbita destra, lesioni guaribili in trenta giorni.

Con la denuncia sporta ai carabinieri erano scattate le manette per il figlio 25enne, accusato di vessazioni e maltrattamenti avvenuti a partire dal 2013. Ieri mattina, il ragazzo è stato portato davanti al giudice. Con il rito abbreviato è stato condannato a scontare tre anni e quattro mesi di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Settembre 2019, 06:18 - Ultimo aggiornamento: 12-09-2019 06:18

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO