Calci a un'auto, botte al proprietario e testate all'ambulanza: la folle serata di due tunisini. Ma per i bulli nemmeno una denuncia

La Croce Verde di Jesi
La Croce Verde di Jesi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 12:10

JESI – Follia ieri sera in via Acqua a Jesi, dove due tunisini diciottenni prima hanno preso a calci un'auto, poi si sono scagliati contro il proprietario, mandandolo all'ospedale. E' successo attorno alle 20,30. Secondo una prima ricostruzione della polizia, intervenuta sul posto con i vigili urbani e il 118, i due tunisini, evidentemente ubriachi, si sono messi a danneggiare un'auto in sosta.

Ussita, emporio di droghe in auto e a casa: il pusher dei Sibillini girava con fucile e coltelli

Sentendo il fracasso il proprietario, un 52enne jesino, si è affacciato e poi è sceso in strada per fermare i due giovani. Quelli, per tutta risposta, si sono scagliati contro di lui, prendendolo a pugni. La zuffa poi ha coinvolto anche il figlio del 52enne, mentre i vicini allertavano i soccorsi. L'uomo è stato portato all'ospedale da un'ambulanza della Croce Verde, in codice di media gravità, mentre i due tunisini sono stati accompagnati al commissariato di Jesi, dove hanno continuato a dare in escandescenze. Uno dei due, in particolare, ha preso a testate l'ambulanza dove è stato caricato per essere portato all'ospedale. Al momento, nei confronti della coppia di giovani non sono stati presi provvedimenti: si procederà su querela di parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA