Incontri hot, vedovo sedotto e ricattato
I carabinieri-operai arrestano una rom

Martedì 17 Settembre 2019
FALCONARA - Lo ha abbordato a ottobre in una bancarella al mercato rionale di Falconara, dopo aver capito che era vedovo e viveva solo. Un vedovo a cui poter estorcere denaro. E gli incontri intimi tra una donna di 41 anni di etnia rom e un pensionato di 83 anni residente a Montemarciano ben presto si sono trasformati in una specie di tassa per il poveretto, con la richiesta sempre più insistente e aggressiva della donna di avere in cambio della sua disponibilità soldi e regalini. Pretese che vantava anche laddove gli incontri a sfondo sessuale non avvenivano. Il pensionato era arrivato a darle anche 3mila euro.

 

Ma quando ha capito che quell’amicizia a caro prezzo non poteva andare avanti, ha deciso di interrompere i pagamenti e gli incontri. E sono arrivati i guai: la donna si è presentata con un uomo, che ha detto essere suo fratello, il quale ha minacciato l’anziano di gravi conseguenze alla sua incolumità se non avesse accontentato la complice cedendo alle richieste di denaro. A mettere fine a questo gioco pericoloso ci hanno pensato i carabinieri della stazione di Montemarciano che, insieme ai colleghi della Tenenza di Falconara, hanno voluto giocare pure loro: travestiti da operai stradali, in tute arancioni, hanno teso una trappola alla donna e si sono appostati dentro al Bar Corallo in piazza Mazzini a Falconara dove era in programma la cessione di denaro pattuita con l’anziano dietro intimidazioni e minacce. Un blitz in piena regola che ha permesso ai militari camuffati di raccogliere tutti gli elementi probatori necessari a incastrare, in flagranza di reato, la donna ora rinchiusa al carcere di Villa Fastiggi di Pesaro. Il blitz è scattato sabato mattina tra i tavolini del bar. Lì la donna aveva dato appuntamento all’anziano, che si sarebbe dovuto presentare per portarle 200 euro. L’uomo però nel frattempo si era rivolto ai carabinieri di Montemarciano, raccontando cosa gli stava capitando e chiedendo loro aiuto. 

I militari avevano organizzato l’operazione nei minimi dettagli con la collaborazione della vittima. Appostati in tuta arancione, non hanno destato alcun sospetto. E quando la donna ha intascato le 200 euro - le cui banconote erano state precedentemente fotografate - è scattata l’operazione. L’aguzzina è stata subito bloccata mentre infilava nella sua borsa la somma appena ricevuta. La donna, di etnia rom ma residente a Falconara, è stata arrestata per il reato di estorsione continuata. E mentre per lei si sono aperte le porte della sezione femminile del carcere di Pesaro Villa Fastiggi, i militari di Montemarciano sono ancora a lavoro, perché ora le indagini sono volte a identificare l’uomo che avrebbe spalleggiato la 41enne nella condotta estorsiva spacciandosi per un presunto fratello. © RIPRODUZIONE RISERVATA