«Ha venduto informazioni riservate»
Poliziotto infedele rinviato a giudizio

«Ha venduto informazioni
riservate». Poliziotto infedele
rinviato a giudizio
ANCONA - Avrebbe venduto informazioni riservate a un’agenzia investigativa dell’Emila Romagna accedendo ai database riservati alle forze dell’ordine. È con quest’accusa che ieri mattina è stato rinviato a giudizio Mirko Minghelli, 54enne ispettore capo del commissariato di Senigallia. L’uomo, lo scorso anno finito al centro di un’indagine portata dei colleghi della Squadra Mobile dorica, affronterà il processo che partirà nel maggio 2020. Con lui ci sarà Fabio Goldoni, titolare dell’agenzia che, secondo l’ipotesi della procura, avrebbe beneficiato delle incursioni di Minghelli nei database ministeriali per ricevere informazioni sulle persone che doveva monitorare per conto di alcuni clienti. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Marzo 2019, 06:50 - Ultimo aggiornamento: 06:50