Prestiti con tassi da usura
Il Fisco presenta il conto

Venerdì 30 Gennaio 2015
Investigatori della Guardia di finanza di Osimo

FILOTTRANO - Prestiti a strozzo a imprenditori in difficoltà, il Fisco presenta il conto. Ora dovranno pagare le tasse sugli interessi incassati, quantificati in 107.400 euro.

L’inchiesta “Heavy Rate” aveva portato nel giugno 2013 all’emissione di due ordinanze di custodia cautelare firmate dal Gip Alberto Pallucchini, a carico di Lido Bianchi, 79 anni, B.L., pensionato di Jesi, e Maurizio Felicetti, 51, metalmeccanico di Filottrano, ritenuti responsabili dei reati di usura ed estorsione nei confronti di soggetti, tra cui alcuni imprenditori, in serie difficoltà economiche.

Nell’indagine poi era stato coinvolto anche un bancario (O.I. le sue iniziali) accusato di favoreggiamento per aver fornito agli usurai informazioni riservate sul conto di una vittima, uscito di scena con un patteggiamento a sei mesi nell’udienza preliminare di novembre che aveva portato al rinvio a giudizio di Bianchi e Felicetti. L’inchiesta, secondo quanto ricostruito dalla Guardia di finanza, ha consentito di svelare un giro di usura di oltre mezzo milione, alimentato da 127 operazioni finanziamento realizzate dai due indagati, per un capitale di oltre 224.000 euro, erogato a numerosi soggetti, incassando più di 100 mila euro di interessi. Tutti i prestiti sono stati segnalati alla Procura per il reato di esercizio abusivo dell’attività finanziaria.

Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio, 17:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA