Salta l’evento hot nell’ex agriturismo, i controlli anti-Covid cancellano la festa di Montecarotto. Verifiche nei ristoranti: una sola multa

Salta l evento hot nell ex agriturismo, i controlli anti-Covid cancellano la festa di Montecarotto. Verifiche nei ristoranti: una sola multa
Salta l’evento hot nell’ex agriturismo, i controlli anti-Covid cancellano la festa di Montecarotto. Verifiche nei ristoranti: una sola multa
di Talita Frezzi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 31 Gennaio 2022, 04:20

JESI - Aveva destato imbarazzo nei giorni scorsi l’annuncio di una “Festa Privata Serata Gang Bang” organizzata da una agenzia di eventi e intrattenimento di Pescara in un ex agriturismo del comune di Montecarotto. Un annuncio hot che ha acceso i riflettori dell’attenzione popolare e anche delle forze dell’ordine poiché specificava un controllo di green pass e mascherine a fronte di pratiche sessuali decisamente “particolari” dove sarebbe impossibile contrastare l’eventuale avanzata del Covid-19. 

 
L’annullamento
Il tam-tam ha spinto dapprima a un cambio di location, poi a rinunciare all’evento che in realtà non si è più svolto con buona pace delle pornostar animatrici della serata. Un velo di tranquillità, finalmente, anche sulla movida dopo settimane di risse e di eccessi, soprattutto nel parcheggio della sala giochi Paradise – sorvegliata speciale nel weekend appena trascorso – e infatti stavolta tutto è filato liscio. Polizia e carabinieri hanno eseguito numerosi controlli dei Super Green Pass negli esercizi di ristorazione della città: 483 le certificazioni esibite e confrontate con i relativi documenti di identità. Solo un’irregolarità è emersa ed è scattata la sanzione di 400 euro. Sinergia anche nel protocollo d’intesa tra il Comune di Jesi e la Prefettura di Ancona con il coinvolgimento delle associazioni di categoria. L’obiettivo è prevenire e contrastare i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nelle attività dei pubblici esercizi, della ristorazione e delle strutture ricettive. 


L’accordo
La Giunta ha approvato lo schema di accordo. Il sindaco lo firmerà questa settimana. Attraverso il protocollo il Comune sottoporrà a controlli di veridicità tutte le autocertificazioni a corredo delle Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) di nuove aperture, subingressi o variazioni relative alle strutture ricettive ed agli esercizi commerciali del settore della ristorazione, della somministrazione alimenti e bevande. E nella modulistica il titolare della ditta interessata dovrà presentare anche l’elenco dei familiari conviventi dei soggetti da scrutinare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA