Falconara, zuffa dopo il sorpasso
Condannati entrambi gli automobilisti

Mercoledì 27 Aprile 2016
L'episodio è avvenuto all'altezza della Caffetteria

FALCONARA - Un sorpasso azzardato sulla variante della Ss 16, con pericolosa strisciata dell'auto appena superata, innescò un inseguimento fino a Falconara e una “vendetta” a suon di ceffoni. Ciò che accadde il 24 giugno 2010 ha fatto finire a giudizio ad Ancona i conducenti delle due auto. Ieri il giudice Paolo Giombetti li ha condannati entrambi.
Ad Antonio Torretta, 61 anni, di Ancona, ha inflitto la pena sospesa di otto mesi di carcere perché non fermò la corsa della propria Golf dopo aver urtato una Multipla durante un sorpasso eseguito percorrendo un'inesistente terza corsia di marcia. A Giosuè Cibelli, 55 anni, residente ad Ancona, è stata irrogata invece la pena sospesa di un mese e dieci giorni di reclusione perché ritenuto responsabile dei reati di violenza privata, danneggiamento e lesioni personali, legati dalla continuazione: dopo aver inseguito con l'auto l'altro veicolo che aveva attuato la manovra pericolosa tra lo svincolo di Torrette e la Caffetteria, lo strinse a destra costringendolo a fermarsi a Falconara all'incrocio tra via Castellaraccia e via Buozzi. A quel punto Cibelli, che nel frattempo aveva chiesto alla moglie di allertare i carabinieri, mollò un violento schiaffo all'altro, seduto all'interno dell'auto, frantumandogli gli occhiali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA