Falconara, prosegue l'assedio dei finti broker di luce e gas: «Fate attenzione a chi aprite la porta»

prosegue l'assedio dei finti broker di luce e gas: «Fate attenzione a chi aprite la porta»
prosegue l'assedio dei finti broker di luce e gas: «Fate attenzione a chi aprite la porta»
di Gianluca Fenucci
4 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Settembre 2022, 03:10

FALCONARA  - Suonavano il campanello di casa dei falconaresi, soprattutto di alcuni anziani, e facevano firmare falsi contratti per la luce e il gas. Diversi cittadini, però, allarmati dagli episodi si sono rivolti in questi giorni alle forze dell’ordine per segnalare gli episodi e i presunti venditori di energia elettrica e gas sono ora nel mirino dei vigili urbani. Sono state molte le segnalazioni ricevute dagli agenti da parte dei cittadini che hanno timore di subire raggiri, in tempi di bollette astronomiche e pubblicità martellanti. 

 
I sopralluoghi

Così, i presunti pseudo-broker sono finiti nel mirino della polizia locale di Falconara, che in questi giorni è intervenuta anche su segnalazione dei cittadini per verificare l’identità di chi ha bussato alle porte dei cittadini, sperando di fare affari. Diversi gli interventi operati dai vigili urbani, l’ultimo dei quali è avvenuto martedì scorso quando una pattuglia ha ricevuto telefonate da alcuni residenti del centro e in particolare da un anziano che ha riferito di essere stato convinto a firmare nuovi contratti di fornitura di energia elettrica da presunti procacciatori d’affari per una nota compagnia elettrica nazionale. L’anziano, che abita in via Tito Speri, non è riuscito ad impedire ai falsi venditori di energia di entrare nella sua casa ma il loro operato non lo ha convinto e così ha chiesto aiuto per essere sicuro che non gli fossero stati estorti atti di consenso in modo fraudolento. I vigili sono riusciti a intercettare le persone indicate dall’anziano e hanno avviato tutte le verifiche sulla genuinità delle proposte commerciali, in parte ancora in corso.

Negli ultimi giorni i controlli nel centro città sono stati capillari e assidui: i vigili urbani che presidiano il centro, proprio per le segnalazioni giunte al comando della Polizia locale, hanno fermato, controllato e identificato numerose persone tra cui due italiani ed uno straniero, che si presentavano nelle case dei residenti per stipulare contratti con compagnie di fornitura di gas o elettricità. «È necessario fare sempre attenzione ai soggetti a cui si permette l’accesso nella propria abitazione – avverte Luciano Loccioni, comandante della polizia locale di Falconara - e in ogni caso è buona norma diffidare da chi si presenta alla porta, soprattutto di persone anziane, spesso sole, e cerca di far loro sottoscrivere contratti o, ancora peggio, chiedono denaro per parenti in difficoltà. Va ricordato infatti che nessun incaricato di enti o aziende, funzionario Inps o Inpdap può costringere alcuno a sottoscrivere contratti né può chiedere soldi in contanti o gioielli». 


Scoperto un clandestino 


Resta alta l’attenzione della polizia locale che grazie alle pattuglie in presidio fisso in centro e a Castelferretti può intervenire repentinamente e svolgere i controlli necessari sulle persone che gravitano nella zona. Grazie a questo monitoraggio, mercoledì mattina è stato individuato un uomo di 29 anni di nazionalità egiziana che non era in regola con il permesso di soggiorno. Il giovane, che si trovava sempre in zona centro, aveva anche una piccola quantità di marijuana per uso personale. È stato segnalato alla Prefettura, mentre l’ufficio immigrazione della Questura l’ha identificato e ha avviato le pratiche per l’espulsione dall’Italia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA