Branco di otto cinghiali nel giardino di una casa: ecco dove è successo

Lunedì 4 Aprile 2022
Branco di otto cinghiali nel giardino di una casa: ecco dove è successo

FALCONARA  - Otto cinghiali hanno rotto la rete di un giardino e si sono introdotti all’interno. E’ successo nella notte di mercoledì scorso in via Costa. Il proprietario ha trovato la rete danneggiata e, dalle telecamere, ha potuto vedere chi era stato a creare il danno. Non uno ma ben otto cinghiali. Un branco insomma. Sui social si è sfogato inserendo il video.

 

«Terreno recintato – racconta il residente di via Costa - hanno rotto la recinzione e sono entrati 8 cinghiali. Rinnovo l’invito a quelli che pensano che sia normale e che debbano essere rispettati, di venire a sistemare i danni. Adesso oltretutto ogni volta che entro devo avere paura che siano ancora dentro». 


E’ comprensibile il timore di trovarsi da solo con otto cinghiali. Non è la prima volta che in via Costa, ribattezzata la giungla di Falconara, vengono avvistati i cinghiali. Era accaduto in due occasioni anche nel mese di febbraio. Una volta avevano attraversato la strada, rischiando di provocare un incidente. Gli automobilisti erano riusciti a fermarsi in tempo. Sempre a febbraio una notte erano andati a rovistare dentro alcuni bidoni dell’immondizia, forse attirati dagli scarti del cibo che erano stati buttati nell’organico. In quell’occasione, nel rovesciare i bidoni, avevano fatto anche parecchio rumore, svegliando i residenti. Nel timore che potesse trattarsi di qualche ladro, si erano affacciati alla finestra scoprendo poi un gruppo di cinghiali che si stava rifocillando con i rifiuti trovati nei cassonetti.

Un problema che ogni tanto si ripresenta. Mercoledì notte è successo di nuovo. Sempre una famigliola di ungulati, la telecamera ne ha immortalati otto, che nel cuore della notte va in giro forse alla ricerca di cibo. Nella stessa via sono stati avvistati negli ultimi mesi anche esemplari di volpi. C’è preoccupazione tra i residenti perché la presenza dei cinghiali soprattutto è sempre più frequente e, ovviamente, questa convivenza non è affatto gradita. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA