Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fiamme nella zona industriale, un boato prima dell’incendio. Strade chiuse per due ore, sotto esame i filmati della videosorveglianza

L'incendio ieri a Falconara
L'incendio ieri a Falconara
di Gianluca Fenucci
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Agosto 2021, 07:05 - Ultimo aggiornamento: 21 Agosto, 09:12

FALCONARA - Molta paura e parecchia tensione ma fortunatamente l’incendio che si è sviluppato ieri mattina intorno alle 11 vicino alla zona industriale di Falconara, nei pressi dello stadio Roccheggiani e del superstore Conad non ha causato danni alle persone o agli edifici. Adesso si cerca di capire chi l’abbia provocato e sono al vaglio della polizia locale le immagini delle telecamere della zona per accertare eventuali azioni dolose.

Coronavirus, 156 nuovi positivi nelle Marche. Salgono i ricoverati, morto un 65enne/ I numeri delle regioni

Secondo alcuni testimoni ci sarebbe stato un boato, probabilmente causato da una bombola a gas esplosa forse a causa del calore, che ha successivamente sviluppato fiamme e una fitta coltre di fumo nella zona. Il forte vento che batteva in quei momenti la zona ha accelerato il veloce propagarsi delle fiamme tra le sterpaglie e del fumo e i residenti dell’area hanno subito telefonato ai vigili del fuoco e alla polizia locale.


Gli estintori

Proprio gli agenti di due pattuglie della polizia municipale sono accorsi sul posto per primi ed hanno cercato di circoscrivere l’incendio anche con l’ausilio degli estintori di cui disponevano e cercando di tracciare dei solchi sul terreno per non far propagare l’incendio. Gli agenti hanno isolato l’area e regolato il traffico e chiudendo le strade circostanti. Anche i vigili del fuoco sono giunti sul posto rapidamente ed hanno lavorato per circa due ore per spegnere l’incendio ed i focolai periferici. I vigili del fuoco hanno chiesto un supporto anche alla centrale operativa di Ancona che ha inviato un’altra cisterna d’acqua che è stata indispensabile per spegnere l’incendio. Anche Raimondo Baia, assessore alla polizia locale del comune di Falconara, era sul posto al momento dell’incendio. «Ero appena uscito dal supermercato – dice Baia – quando ho sentito distintamente un boato, come se si trattasse dell’esplosione di una bombola del gas. Anche altre persone che erano vicine a me hanno testimoniato questo fatto, alcuni hanno avvertito anche altre piccole esplosioni susseguenti la prima, ma saranno i vigili del fuoco ad accertare cause ed eventuali responsabilità. Mi sono subito attivato per chiamare gli agenti della polizia locale che, insieme ai vigili del fuoco, sono intervenuti molto celermente ed hanno dimostrato coraggio e sangue freddo. Li ringrazio di cuore». Intorno alle 13 l’incendio è stato domato dai vigili del fuoco e il traffico è ripreso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA