Fa strike di auto in sosta, poi scappa e aggredisce i carabinieri: era ubriaco, arrestato e subito libero

Sabato 14 Agosto 2021 di Gianluca Fenucci
L'uomo è stato arrestato dai carabinieri

FALCONARA - Il caldo e, soprattutto, l’alcol danno alla testa. Giovedì notte i carabinieri della compagnia di Ancona hanno arrestato, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, un trentenne residente a Falconara Marittima, gravato da piccoli precedenti di polizia, tra cui uno per guida in stato d’ebbrezza. I fatti si sono verificati a Falconara, poco prima della mezzanotte, quando i militari della stazione di Falconara, guidati dal Tenente Michele Ognissanti, sono intervenuti in via Abruzzi, dove era stata segnalata un’automobile che aveva urtato alcuni veicoli in sosta. 

 

 
Le segnalazioni dei cittadini parlavano di un’auto impazzita, guidata probabilmente da un conducente non lucido. Sul posto i carabinieri di Falconara hanno subito notato che il conducente della Golf coinvolta nell’incidente si trovasse in stato di forte alterazione, verosimilmente causata dai fumi dell’alcol. I militari hanno così richiesto il supporto dei colleghi della Polizia Stradale per sottoporlo all’accertamento etilometrico, il cui esito è stato impietoso: il giovane falconarese è, infatti, risultato positivo con un tasso pari a 3.03 g/l, ben sei volte superiore a quello consentito dalla legge. In queste fasi però il trentenne, fortemente agitato e nervoso, ha prima tentato la fuga a piedi, venendo raggiunto dopo pochi metri dai carabinieri. Il giovane ha iniziato dapprima ad insultare i militari per poi tentare di colpirli, fortunatamente senza successo, con calci e pugni, inveendo contro di loro anche con improperi e termini offensivi. Il giovane di Falconara è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale e veicolare e ancora una volta non sono mancate sorprese: all’interno della sua automobile sono stati infatti rinvenuti due piccoli involucri contenenti, complessivamente, circa un grammo di hashish e un grammo di cocaina. Inchiodato alle proprie responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato, il giovane è stato così dichiarato in stato di arresto, venendo rimesso immediatamente in libertà su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona. Quando è stato rimesso in libertà, nelle prime ore di ieri mattina, il giovane si era rasserenato ed appariva in discrete condizioni psico fisiche. I giorni torridi di agosto stanno facendo venire a galla una serie di episodi gravi e particolarmente significativi. C’è stata un’impennata di reati di resistenza a pubblici ufficiali, soprattutto negli interventi su persone in difficoltà, sottoposte a cure psichiatriche o psicologiche. 
Sia i carabinieri che gli agenti della polizia locale sono molto impegnati per casi di accertamenti sanitari obbligatori e per trattamenti sanitari obbligatori. Nei soli primi giorni di agosto almeno tre episodi similari si sono verificati nel territorio del comune di Falconara: la miscela tra alcol e temperature torride dell’estate produce effetti devastanti e da tenere sotto controllo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA