Trovato cadavere su una secca naturale
alla foce del fiume, indagano i carabinieri

Trovato cadavere su una secca naturale
alla foce del fiume, indagano i carabinieri
FALCONARA - Trovato un cadavere stamattina su un isolotto del fiume Esino, a circa 300 metri dalla foce. L’allarme è stato dato questa mattina, intorno alle 8, da un pescatore che si accingeva a raggiungere il greto del fiume. Ha visto da lontano una forma umana, ed ha chiamato il 112. Sul posto la Tenenza dei Carabinieri di Falconara unitamente al Nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Ancona. Si tratta di un maschio adulto, ancora di identità sconosciuta. È in avanzato stato di decomposizione, ignote le cause del decesso. È riverso in posizione supina, arenato su una secca naturale del fiume.  Si attende l’intervento del medico legale.

La salma è stata trasportata presso l’obitorio di Torrette a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha già disposto l’esame autoptico nei prossimi giorni. Nulla ancora è emerso circa l’identità del soggetto: di apparente etnia caucasica, tra i 30 ed i 50 anni, vestito con una camicia grigia con righe sottili di colore rosso e al di sopra una giacca leggera dalle tonalità chiare (con cerniera a zip frontale), pantaloni jeans lunghi e scarpe sneakers scure con la para bianca. I dati antropometrici non sono rilevabili prima di un esame scientifico, considerato il fatto che il corpo è rimasto in balia degli agenti atmosferici e della corrente del fiume Esino per un tempo non ancora quantificabile, ma di certo superiore alle 48 ore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 13 Giugno 2019, 10:48 - Ultimo aggiornamento: 13-06-2019 17:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO