Donna salvata dall'annegamento: premiato l'autista eroe per caso Riccardo Bargilli

Donna salvata dall'annegamento: premiato l'autista eroe per caso Riccardo Bargilli
Donna salvata dall'annegamento: premiato l'autista eroe per caso Riccardo Bargilli
di Gianluca Fenucci
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Luglio 2022, 03:10 - Ultimo aggiornamento: 15:55

FALCONARA - Il grazie della città all’eroe per caso. Domenica aveva salvato una donna dall’annegamento e ieri mattina, al Castello, il sindaco Stefania Signorini ha voluto incontrare Riccardo Bargilli, falconarese di 52 anni, autista Conerobus e padre di un ragazzo, Andrea per ringraziarlo di quel gesto a nome di tutta la città. Bargilli si è reso protagonista di un gesto di grande coraggio domenica 26 giugno quando ha soccorso una donna che si trovava in mare priva di sensi. 

L’incontro

L’altruismo del 52enne è stato celebrato dal sindaco con la consegna di una medaglia dell’artista Guido Armeni. «Non tutti sarebbero stati in grado di intervenire – ha detto il sindaco rivolgendosi a Riccardo Bargilli – e la persona soccorsa è stata fortunata, perché Bargilli ha avuto la preparazione, il sangue freddo e soprattutto il coraggio necessari per salvarla. Questa medaglia rappresenta il grazie di tutta la città». Il falconarese ha ripercorso i momenti concitati del salvataggio, avvenuto attorno alle 16 nel tratto di spiaggia ai piedi del cavalcavia Tramontana di via Roma. «Ero in acqua – ha raccontato – quando ho notato la donna che galleggiava a faccia in giù a pochi metri dalla riva. Ho capito che la situazione era grave e ho chiesto aiuto a un amico per riportarla a riva. Ho fatto il carabiniere e, grazie alle tecniche apprese in quel periodo con i corsi di primo soccorso, ho potuto farle il massaggio cardiaco, che è servito anche a farle espellere tanta acqua». Nel frattempo Bargilli aveva chiamato il 118, che ha inviato un’ambulanza e il quad della Croce Gialla di Falconara. La donna, ancora incosciente ma stabilizzata, è stata trasportata all’ospedale di Torrette. 
I precedenti
Bargilli non è nuovo a simili gesti, il più eclatante nel 1990, quando aveva salvato da un incendio un’anziana senzatetto, che si era rifugiata in una piccola abitazione di Rocca Mare. La donna per accendere un fuoco e cucinarsi qualcosa aveva utilizzato una bombola, che però era esplosa. Il 52enne, che all’epoca lavorava in un’attività poco distante, era intervenuto con un estintore e aveva portato fuori l’anziana, già aggredita dalle fiamme. Anche in questo caso la vicenda si era conclusa con un salvataggio al cardiopalma. Nel corso degli anni, anche grazie alle sue segnalazioni ai carabinieri, erano stati sventati furti e attività di spaccio proprio nel tratto di spiaggia che domenica ha fatto da scenario all’ultimo atto di eroismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA