Falconara, lepri e caprioli in pista
Provincia: «Catturarli o abbatterli»

Lepri e caprioli sulla pista
d'atterraggio. Provincia:
«Catturarli o abbatterli»
FALCONARA - Scatta un nuovo allarme all’aeroporto. No, nulla a che fare con bilanci e tribunali. Stavolta il pericolo arriva dagli animali. In particolare dagli esemplari di caprioli e lepri segnalati nell’area del Sanzio. E che sulla carta costituiscono un grave rischio in caso di impatto con un aereo in fase di decollo o atterraggio.

L'aereo in decollo si scontra contro stormo di gabbiani: ci sono 23 feriti

Le segnalazioni da parte di Aerdorica, al società di gestione dell’aeroporto, sono scattate nei giorni scorsi ed è stata recepita subito dal presidente della Provincia, Luigi Cerioni, che ha firmato un decreto con il quale autorizza, sino a fine anno, «la cattura e/o l’abbattimento degli esemplari di mammiferi di medie e grandi dimensioni presenti all’interno del sedime aeroportuale di Falconara Marittima, costituenti reale pericolo per il traffico aereo» si legge nell’atto provinciale. La prima nota di Aerdorica ha segnalato «la presenza di caprioli (Capreolus capreolus), all’interno del sedime aeroportuale che può costituire un grave rischio, in caso di impatto con un aeromobile in fase di decollo o atterraggio, per la pubblica incolumità».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Agosto 2019, 04:35 - Ultimo aggiornamento: 23-08-2019 04:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO