La coppia esce ed in casa entrano i ladri, il figlio li mette in fuga: «In tre con zainetto e mascherina»

La coppia esce ed in casa entrano i ladri, il figlio li mette in fuga
La coppia esce ed in casa entrano i ladri, il figlio li mette in fuga
di Bianca Vichi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Luglio 2022, 04:30

SENIGALLIA - Tre giovani con zainetto e mascherina hanno tentato un furto ma sono stati sorpresi dal figlio dei proprietari di casa. E’ accaduto ieri mattina in pieno giorno in via Brodolini a Borgo Bicchia. «Dopo cinque minuti che io e mia moglie siamo usciti – racconta Giuliano Morbidelli -, mio figlio, che stava lavorando nell’appartamento sopra, ha sentito dei rumori. Sapendo che noi eravamo usciti è sceso e si è trovato uno che, dopo aver forzato la persiana di un bagno, era con una gamba già dentro. Fuori un altro stava saltando la recinzione e un terzo aspettava in macchina. Appena scoperti sono fuggiti».

La fuga 

Uno, il palo, aspettava in auto con il motore acceso, pronto per scappare in caso di imprevisti. La macchina, partita a forte velocità, era una tipo berlina. Forse una Alfa 156, una Bmw o una Passat, questi i modelli ipotizzati. Era grigia antracite. I ladri indossavano le mascherine. Quelli che hanno tentato di entrare in casa avevano i capelli corti. Uno biondo, l’altro rossiccio. Subito sono stati chiamati i carabinieri ma ormai nei paraggi non c’era più nessuno. Il proprietario di casa ha fatto un appello su Facebook verso le 11, subito dopo l’episodio, per mettere in guardia altra gente e per chiedere di segnalare il veicolo se, in base alla descrizione fornita, qualcuno l’avesse visto da qualche parte. 
Tre ragazzi a bordo di una Alfa 156 colore grigio antracite sono già stati avvistati, ma in precedenza, nel Pesarese circa un mese fa. Di preciso a Monte Porzio. Ragazzi qualsiasi che girano per le vie di quartiere per entrare in azione. Quasi certamente avranno visto la coppia uscire di casa e avranno creduto che potesse trattarsi di un’occasione utile per agire indisturbati. Hanno fatto però troppo rumore. Ignoravano che al piano di sopra ci fosse il figlio della coppia, che li ha quindi sorpresi. Il palo che attendeva in macchina non ha fatto in tempo a segnalarlo. Lui controllava la strada ma è stato pronto per agevolare la fuga e far perdere le proprie tracce. Non risultano altri episodi in giornata. E’ probabile che, una volta scoperti, i tre ragazzi abbiano cambiato zona sapendo che ormai i carabinieri erano sulle loro tracce. 
Non ci sono state altre segnalazioni e la macchina con i tre ragazzi a bordo sembra essersi volatilizzata. Erano ragazzi giovani anche quelli che nel precedente weekend avevano tentato di entrare in una villa di Scapezzano. La macchina era differente e non essendo stati visti bene in volto, a causa delle mascherine indossate, non è stato possibile capire se fossero gli stessi di Borgo Bicchia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA