Blitz dei ladri a Falconara dal fotografo Ramazzotti: fuga con attrezzatura, cornici e gadget

Blitz dei ladri dal fotografo Ramazzotti: Fuga con attrezzatura, cornici e gadget
Blitz dei ladri dal fotografo Ramazzotti: Fuga con attrezzatura, cornici e gadget
di Gianluca Fenucci
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Dicembre 2023, 03:50 - Ultimo aggiornamento: 12:02

FALCONARA In pochissimi minuti hanno scardinato il trasmettitore dell’allarme che avverte il proprietario dell’irruzione all’interno del negozio, sono entrati in piena notte da Foto In di Lorenzo Ramazzotti al civico 548 di via Flaminia, a cento metri dalla stazione ferroviaria, ed hanno trafugato prodotti per un valore di circa 10 mila euro e una cinquantina di euro di denaro contante, prelevati dal registratore di cassa. 

 
E’ stato un colpo probabilmente effettuato da una banda di ladri esperti quello che domenica notte ha subito il fotografo Lorenzo Ramazzotti che ha il suo punto vendita in pieno centro a Falconara, sulla strada statale 16 Flaminia, un negozio aperto da ben 23 anni. «I ladri hanno agito rapidamente – dice Ramazzotti – ed in poco tempo hanno arraffato prodotti costosi e che per me hanno un valore affettivo oltre che economico.

Hanno portato via macchine fotografiche, obiettivi, flash ed anche un grande scatolone pieno di cornici, album e gadget che erano pronti per essere messi in vendita per i miei clienti nel periodo natalizio». Ramazzotti è affranto e ancora scosso dall’episodio: ha prontamente sporto denuncia per il furto subito ai carabinieri di Falconara e racconta nei dettagli le ore precedenti lo spiacevole evento.


Il racconto

«Mia moglie fino alle 19,30 è stata all’interno del nostro negozio di via Flaminia perché era impegnata nel predisporre la vetrina per il periodo natalizio – dice il titolare di Foto In – ed io l’ho raggiunta dopo essere stato impegnato per tutta la giornata in provincia di Macerata per un servizio fotografico ad un matrimonio. Sono tornato in negozio la sera, ho prelevato le schede di memoria dalle macchine fotografiche per portarle a casa, ho sistemato alcune luci per l’allestimento della vetrina e, stanco per una giornata impegnativa, sono tornato a casa: non potevo certo immaginare quanto stava per accadere».

Ramazzotti si è accorto solo ieri mattina del furto che aveva subito. «Sono arrivato di fronte al negozio e la porta era aperta, sono entrato, gli sgabelli erano stati scaraventati a terra, il registratore di cassa scaraventato in un angolo con lo sportello rotto. Ho capito immediatamente che avevo subito la visita dei ladri. Sono andato sul retro e la borsa con gli attrezzi che avevo usato domenica non c’era più ma i malfattori hanno evidentemente avuto poco tempo per mettere a segno il colpo perché hanno prelevato la borsa ma non altri strumenti tecnici costosi che erano nel negozio. L’allarme esterno è scattato ma nel palazzo dove ho il negozio non c’era nessuno ed i ladri hanno divelto il trasmettitore collegato col mio cellulare. E’ chiaro comunque che con l’allarme esterno attivato non potevano certo stare tranquilli e dovevano fare in fretta». 


Il rammarico


Lorenzo Ramazzotti, figlio d’arte del celebre Dario, è amareggiato ma tranquillizza clienti e amici. «Fortunatamente non hanno toccato né computer né hard disk e quindi ogni immagine archiviata è protetta e salvata. Mi dispiace molto perché a Falconara Foto In è un punto di riferimento e siamo molto apprezzati dalla clientela e dalle famiglie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA