Spacciava tra le bancarelle del mercatino, arrestato il clandestino-pusher: in tasca hashish e cocaina

Lunedì 8 Novembre 2021 di Lorenzo Sconocchini
La droga sequestrata dai carabinieri

FALCONARA - Pensava di confondersi tra la folla del mercatino, per spacciare indisturbato, ma tra le bancarelle di piazza Mazzini sabato pomeriggio c’erano anche dei carabinieri in borghese, che si fingevano interessati alla mercanzia esposta e invece avevano occhi attenti a quel che succedeva tra gli stand. Così un 25enne gambiano, non in regola con il permesso di soggiorno e già sorpreso tre anni fa a smerciare droga, è stato arrestato con l’accusa di spaccio e trattenuto nella caserma della tenenza di Falconara, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà oggi in tribunale.

 

 
Il giovane immigrato africano, che da quattro anni abita a Falconara, è stato fermato nel tardo pomeriggio di sabato tra le bancarelle di artigiani, hobbisti, commercianti e creativi che nel weekend hanno animato piazza Mazzini e l’isola pedonale di via Nino Bixio.
Si aggirava come nulla fosse tra le bancarelle, ignaro della presenza dei militari mimetizzati tra la folla per un servizio mirato di prevenzione anti-droga. 
Il giovane africano è stato notato dai carabinieri mentre tentava un fugace “passaggio di mano”, cedendo qualcosa a un altro giovane. È stato quindi subito bloccato dai militari nel centro della piazza e accompagnato in caserma per una perquisizione personale.
Da una tasca interna dei pantaloni sono spuntate fuori ben 18 dosi di sostanze stupefacenti tra hashish e cocaina, per un totale di circa 20 grammi, tutte confezionate con involucri in materiale plastico. Il giovane immigrato è stato così arrestato con l’accusa di spaccio e trattenuto nelle camere di sicurezza fino all’udienza di convalida ed al rito direttissimo previsti per la giornata odierna, quando saranno anche avviate le pratiche per l’espulsione coatta dal territorio nazionale.
Questo periodo di inizio autunno non porta decisamente bene al giovane gambiano, che esattamente 3 anni fa, il 5 novembre, era stato arrestato sempre dai militari della Tenenza falconarese, al comando del tenente Michele Ognissanti. Nel corso di un servizio antidroga sul litorale di Villanova, il giovane africano era stato sorpreso nel tentativo di cedere una dose di hashish a un 18enne di Falconara: venne arrestato per detenzione a fini di spaccio di 10 dosi di hashish, per una quindicina di grammi in totale. 
Il giorno dopo, processato per direttissima, aveva patteggiato la pena a un anno di reclusione e 2mila euro di multa, tonando subito libero grazie alla sospensione condizionale della pena accordata dal giudice. Una chance di riscatto che però il gambiano non ha saputo cogliere, continuando a gravitare nell’ambito dello spaccio di stupefacenti. L’altra sera, a tre anni dal primo arresto, si è fatto sorprendere di nuovo a spacciare e oggi sarà processato. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA