Furti in serie nelle abitazioni, ladre rom incinte arrestate dopo un inseguimento a tutto gas

Martedì 13 Aprile 2021
La Fiat 500 delle ladre perquisita dai carabinieri

FALCONARA – Due ladre rom, in avanzato stato di gravidanza, sono state arrestate dai carabinieri dopo un doppio furto avvenuto a Falconara, tra via Corridoni e via Leopardi, dove avevano rubato soldi, gioielli e perfino le scarpe di un bambino, tra il 9 e il 10 aprile scorsi.

 

I carabinieri di Falconara hanno predisposto un imponente dispositivo di controllo, composto da 11 militari, la maggior parte in borghese, nella consapevolezza che le ladre potessero approfittare del mercato del lunedì mattina per compiere nuovi colpi. All'ora di pranzo una pattuglia, fingendo di fare compere al mercato, ha individuato la coppia di ladre rom, mai viste in zona, mentre entravano nella galleria Nino Bixio. Erano state notate mentre uscivano dal portone di un palazzo e sono state seguite fino alla loro auto, una Fiat 500 rossa parcheggiata in via Trento. Qui sono state fermate. Per tutta risposta, la donna al volante ha acceso il motore e si è data alla fuga sulla Flaminia. Ne è scaturito un inseguimento a tutta velocità, con tanto di strade prese contromano, concluso davanti al centro commerciale Le Ville. Le due ladre avevano appena saccheggiato un'abitazione dopo aver forzato la porta con un grosso cacciavite, trovato vicino al cambio della loro auto, riuscendo a rubare un salvadanaio con circa 2.500 euro, somma che i proprietari avevano risparmiato per pagarsi una vacanza estiva. Le due giovani mamme in dolce attesa, di 20 e 30 anni e di origine serba, entrambe con numerosi precedenti, sono finite in manette. Il tribunale questa mattina ha convalidato l'arresto e ha disposto per entrambe la misura cautelare del carcere, in attesa del processo. Ora si trovano recluse a Villa Fastiggi. Per entrambe è stato proposto il foglio di via obbligatorio dal Comune di Falconara. Inoltre, le due ladre sono state punite con una multa da 400 euro a testa per inosservanza delle normative Covid, visto che la loro residenza anagrafica è a Roma, per quanto siano senza fissa dimora.

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 10:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA