Si è rifatto una vita e lavora come magazziniere ma deve scontare 4 anni e mezzo per una violenta rissa nel 2013: arrestato

Martedì 14 Dicembre 2021
Si è rifatto una vita e lavora come magazziniere ma deve scontare 4 anni e mezzo per una violenta rissa nel 2013: arrestato

FANO - È stato rintracciato ieri a casa sua, il 31enne che a Fano, nella primavera del 2013, prese parte ad una violenta rissa che culminò nell’aggressione di un pregiudicato fanese allora 31enne, davanti ad un noto pub del centro. La vittima nell’occasione riportò serissimi traumi, tra cui la frattura delle ossa nasali, dello zigomo sinistro e lo spostamento del bulbo oculare con la dislocazione del cristallino. La lite, scaturita all’interno del locale per futili motivi oltre che per un notevole eccesso di alcolici - da parte di entrambi i contendenti - si è poi trasformata in un pestaggio grazie alla partecipazione di altri due soggetti del posto. L’arrestato, che nel frattempo aveva trovato impiego come magazziniere nel Vicentino, è stato individuato in occasione di una visita ai parenti di Falconara. Sapeva che prima o poi avrebbe dovuto pagare il prezzo di quel crimine. «Ho sbagliato, non dovevo, certe cose prima o poi le paghi» solo questo è riuscito a dire. Nella stessa sera è stato quindi accompagnato presso la casa circondariale di Ancona Montacuto, dove dovrà scontare una pena di 4 anni e mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA