Adolescenti violenti al parco Kennedy: zuffa tra ragazzine, gli amici guardano

Martedì 12 Novembre 2019
Adolescenti violenti al parco Kennedy

FALCONARA  - Ragazzine che si azzuffano ai giardini pubblici diventati di colpo un ring. Una che finisce a terra e viene centrata da una raffica di calci dall’altra. Tutt’attorno una ventina di giovanissimi, pubblico improvvisato dell’insolito inquietante incontro di lotta. La scena da brividi domenica pomeriggio, quando era già buio, ha catturato attenzione e sgomento di una testimone che l’ha fatta rimbalzare sui social per muovere le coscienze e far tenere gli occhi bene aperti sulla piaga aperta di adolescenti borderline e violenti per noia. 

Falconara, notte di alcol e sangue: sfregiato al volto con la bottiglia rotta

Falconara, bastonate in strada e furiosa lite tra padre e figlio

I carabinieri della tenenza, sempre presenti sul territorio, faranno luce sull’episodio. E questa è una buona notizia per i cittadini e per il rispetto dell’ordine pubblico, molto meno per i ragazzini che scherzano con il fuoco e ora rischiano di passare un brutto quarto d’ora. Come quello che - presumibilmente - lo stesso gruppetto ha vissuto attorno alla mezzanotte del 3 settembre scorso nel parcheggio multipiano di via 8 Marzo.

I giovanotti impertinenti erano stati pizzicati da una pattuglia di carabinieri nel mezzo di un party da sballo. Quando dalle nebbie del fumo che offusca anche la vista erano riusciti a scorgere le divise, gli adolescenti terrorizzati avevano tentato di disfarsi di uno spinello con un grammo di marijuana per poi arrendersi all’evidenza e ammettere che se lo stavano girando. In quattro, tra i 19 e i 21 anni, erano stati denunciati alla Prefettura per uso personale di sostanza stupefacente, attivando la procedura che comporta una sfilza di noie non di poco conto: sospensione della patente di guida, di eventuali licenze di porto d’armi, del passaporto, tanto per un assaggio. Il blitz aveva offerto l’occasione per un avvertimento ai ragazzi, e una morale: ok ritrovarsi di sera, ma se si trascende sono guai serissimi. Era anche la conferma della presenza costante dei carabinieri, guidati dal tenente Michele Ognissanti, garantita anche per il futuro. Non solo al parcheggio di via 8 Marzo, già nel mirino dei residenti stanchi di bande di giovani che sbraitano fino alle ore piccole e si producono in schiamazzi assortiti e sgasate con gli scooter. Avevano chiesto l’attenzione delle forze dell’ordine: la risposta dei carabinieri è stata immediata. E molto efficace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA