In Comune senza il Green pass, code e malumori all’Anagrafe. Non vuole uscire dall’ufficio, arrivano le forze dell’ordine

Il controllo del green pass
Il controllo del green pass
di Marco Antonini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Febbraio 2022, 01:55 - Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 09:32

FABRIANO - Arriva allo sportello dell’Anagrafe senza Green pass e non vuole uscire. L’episodio è avvenuto nei giorni scorsi presso gli uffici comunali di Fabriano. Per riportare la calma, e il rispetto della normativa in vigore negli uffici per evitare la diffusione del Covid, sono state allertate le forze dell’ordine che hanno poi effettuato tutti gli accertamenti necessari prima di elevare una contravvenzione. 

 
La segnalazione
A segnalare l’accaduto un utente che doveva recarsi presso gli uffici comunali per sbrigare una pratica e che, di conseguenza, ha dovuto attendere minuti preziosi prima di poter parlare con gli addetti e tornare al lavoro. A lamentare un clima difficile sono anche i dipendenti che, allo sportello, devono controllare se l’utente è dotato di Green pass e se hanno effettuato il controllo all’ingresso, con possibili ritardi sul lavoro vero e proprio. Dal primo febbraio, infatti, è obbligatorio il Green pass base. Con l’entrata in vigore del Decreto legge numero 1 del 7 gennaio 2022, si è introdotto anche per gli utenti degli uffici pubblici l’obbligo di Green pass base ottenibile da tampone negativo in corso di validità, oltre che da vaccinazione e guarigione. Di conseguenza chi non ne è in possesso, non può entrare. Al controllo del Green pass base provvede il personale del Comune. 


Le reazioni
Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, fa chiarezza: «Il controllo del Green Pass viene fatto regolarmente. Il percorso all’interno del Comune è stato studiato dai responsabili della sicurezza. Il controllo viene effettuato all’ingresso del Palazzo comunale. Ad ognuno – dice Santarelli – una volta mostrata la documentazione in possesso viene rilasciata una ricevuta contenente nome, cognome e giorno di ingresso in un determinato ufficio per poter accedere, al momento solo su prenotazione, al servizio di cui si necessita. Per l’ingresso negli uffici dei Servizi Demografici, il controllo Green pass viene effettuato presso la sede comunale centrale, l’edificio di fronte. Gli utenti devono quindi obbligatoriamente recarsi presso la sede centrale e ottenere l’attestazione del controllo, prima di entrare nella palazzina Anagrafe situata nelle immediate vicinanze». 


Le verifiche
Il primo cittadino precisa, quindi, che i controlli vengono fatti: «È chiaro che serve la collaborazione anche degli utenti. Chi si presenta senza aver fatto il controllo del Green pass base presso la sede centrale non può usufruire del servizio». L’episodio dei giorni scorsi si riferisce ad un utente arrivato all’Anagrafe senza essere in regola con la documentazione tanto che sono state chiamate le forze dell’ordine. Diversi utenti, oltretutto, hanno lamentato la carenza di personale all’interno degli uffici Servizi Demografici e ciò comporterebbe lunghe liste, ad esempio, per rinnovare la carta d’identità. Capitolo a parte il freddo. C’è chi lamenta, infatti, basse temperature all’interno di alcuni uffici. Si attende la riparazione delle caldaie (il sindaco, in più occasioni, ha riferito di diverse caldaie rotte da dover aggiustare) da parte dei tecnici per permettere di superare questi giorni freddi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA