Fabriano, l'ultima beffa della statale
in tilt i navigatori, le auto sui monti

L'ultima beffa della statale
vanno in tilt pure i navigatori
le auto si perdono sui monti
 FABRIANO - SS 76 dimenticata. I lavori sono fermi da più di sei mesi e prima di metà febbraio non si saprà nulla su una possibile ripresa a seguito della presentazione del piano di salvataggio dopo il concordato in continuità aziendale ottenuto da Astaldi. La nuova beffa del navigatore satellitare: al confine tra Marche e Umbria ti manda sulla vecchia strada di montagna: automobilisti si perdono sui monti ed arrivare a Fabriano è un incubo. L’ennesima lamentela sulla direttrice Ancona-Perugia arriva da alcuni turisti diretti alle Grotte di Frasassi che si sono persi, ironia della sorte, a pochi chilometri dalla città della carta. Nel mirino la strada che parte da Fossato di Vico e raggiunge la ex SS 76 dove una volta si transitava per raggiungere Fabriano. «Purtroppo – riferiscono alcuni pendolari abituali – questa strada secondaria è percorribile solo per andare sul Valico, in montagna, ma siccome venendo da Roma o Gualdo Tadino, il navigatore ti fa uscire su questa vecchia carreggiata anche i turisti che devono andare alle Grotte di Frasassi o al Museo della Carta passano qui». A Fossato, quindi, ci sono persone impegnate nel dare indicazioni utili ai turistI.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Gennaio 2019, 04:45 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2019 04:45

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO