Si spacciano per consulenti di padel e sfilano al disoccupato tremila euro: denunciati i truffatori

Si spacciano per consulenti di padel e sfilano al disoccupato tremila euro: denunciati i truffatori
Si spacciano per consulenti di padel e sfilano al disoccupato tremila euro: denunciati i truffatori
di Marco Antonini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Febbraio 2022, 05:40

FABRIANO - Non erano degli esperti di padel come volevano far credere attraverso un annuncio online e un giovane che voleva investire, pur di trovare un’occupazione, è finito nella trappola delle truffe dietro un computer. A scoprire il tutto i carabinieri della Compagnia di Fabriano. Il fatto è successo pochie settimane fa. In due impostori si erano proposti come consulenti per progettare un campo da padel a Fabriano.

 

Vittima un 38enne fabrianese, disoccupato, che si era imbattuto in un annuncio con un’offerta di lavoro che sembrava un’ottima idea, visto che parliamo di uno degli sport in questo momento più apprezzati.
L’investimento
I due ora sono stati denunciati per truffa aggravata in concorso. In un periodo di crisi come questo la notizia conferma che pur di trovare un’occupazione si fa qualsiasi cosa, pure un investimento per creare un campo per giocare a Padel, uno sport molto praticato, ultimamente, anche a Fabriano. Un 38enne, al momento senza lavoro, cercando in un sito online specializzato, ha trovato un annuncio che faceva al caso suo. In pratica alcuni esperti offrivano una consulenza per la realizzazione di un campo da padel che sarebbe poi stato progettato in città. 
Il fabrianese, interessato, decide di provare a fare questo passo e versa 3mila euro di caparra per avviare l’iter per la consulenza e, successivamente, per la realizzazione vera e propria del campo da gioco. Dei titolari dell’annuncio, però, una volta incassata la somma, nessuna traccia. 
I consulenti non hanno più risposto al 38enne che, dopo alcuni giorni, comprende di essere stato truffato e sporge denuncia. Il giovane si reca in caserma dove ha sede la Compagnia dei carabinieri di Fabriano, agli ordini del capitano, Mirco Marcucci, per raccontare l’accaduto. I militari avviano prontamente le indagini informatiche e riescono, in poco tempo, ad individuare e denunciare due soggetti: un 31enne nato e residente a Piacenza (Emilia Romagna) e un 31enne nato in Perù e residente a Torino, entrambi già noti alle forze dell’ordine: sono stati denunciati per truffa aggravata in concorso.
Ubriaco al volante
Oltre a questa operazione, i carabinieri della Stazione di Genga nel fine settimana hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un 40enne del posto che, nelle ore notturne, è stato fermato e sottoposto all’alcoltest. L’etilometro ha evidenziato un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l. L’uomo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, multato, gli è stata ritirata la patente e l’auto è stata affidata a persona di fiducia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA