Con la trappola online spariscono in un attimo 4mila euro: presa la finta dipendente delle Poste

Con la trappola online spariscono in un attimo 4mila euro: presa la finta dipendente delle Poste
Con la trappola online spariscono in un attimo 4mila euro: presa la finta dipendente delle Poste
di Marco Antonini
3 Minuti di Lettura
Martedì 1 Marzo 2022, 05:10 - Ultimo aggiornamento: 15:08

FABRIANO  - Si finge dipendente delle Poste e riesce a convincere una signora ultrasettantenne di Sassoferrato a fornirgli le credenziali del suo conto corrente, facendo sparire 4mila euro in pochi istanti. La truffatrice, esperta e non nuova a queste cose, non ha fatto i conti con l’abilità investigativa dei carabinieri della Compagnia di Fabriano, agli ordini del capitano Mirco Marcucci, che sono riusciti a risalire alla responsabile e a denunciarla per la truffa online. Si tratta di una 25enne di Napoli già nota alle forze dell’ordine. 

Rapina ad una studentessa, i bulli dalla comunità: «Non siamo stati noi a rubarle il cellulare, rimandateci a casa»

 


E’ l’esito dell’ultima operazione daei carabinieri della Stazione di Sassoferrato. Si tratta dell’ennesimo caso di truffa online scoperto nel comprensorio fabrianese dai militari che invitato tutti a prestare la massima attenzione, non solo a coloro che suonano alla porta, ma anche a chi, tramite telefono o comunicazione via mail, invitano a fornire le credenziali private per permettere a chi sta dall’altra parte della cornetta, o del computer, di svolgere qualsiasi tipo di operazione. L’invito è sempre quello di recarsi allo sportello e di contattare subito le forze dell’ordine. Protagonista dell’ultimo episodio una donna di Sassoferrato, ultrasettantenne, che ha ricevuto una telefonata da una sedicente dipendente delle Poste. Una giovane voce femminile che, in pochissimo tempo, è riuscita a carpire la fiducia dell’anziana donna di Sassoferrato che ha creduto che effettivamente c’era un problema con il proprio conto corrente e bisognava intervenire. 


Si è fidata a tal punto che non ha riconosciuti i tentativi di artifici e raggiri e quindi ha fornito alla giovane donna che si trovava all’altra parte del telefono le credenziali di accesso del proprio conto corrente. Pochi istanti dopo la truffatrice ha prelevato 4mila euro attraverso un bonifico. La vittima, dopo alcune ore, ha ripensato a quella telefonata ed ha deciso di controllare il saldo del proprio conto dal quale, purtroppo, mancavano 4mila euro. Così si è rivolta ai carabinieri della Stazione di Sassoferrato. Dopo particolari indagini informatiche i carabinieri sono riusciti a dare un nome e un volto alla truffatrice: è una 25enne di Napoli, con precedenti specifici, che è stata denunciata per truffa. 


La scorsa settimana, sempre i carabinieri di Sassoferrato, hanno denunciato per lo stesso reato un 20enne di Napoli. A cadere nella trappola una ragazza di 24 di Sassoferrato che aveva acquistato in un sito specializzato una fornitura di pellet per mille euro, ma quell’ordine non è mai arrivato a destinazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA