Bufera sul concorso in Comune, assunto il fratello del sindaco. Lui spiega: «Non avrebbe dovuto partecipare»

Domenica 16 Gennaio 2022 di Marco Antonini
Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli

FABRIANO - Un’altra grana per l’Amministrazione comunale. Nei giorni scorsi, infatti, è stata pubblicata, sull’albo pretorio, la determina che riguarda l’assunzione a tempo indeterminato come istruttore direttivo tecnico - architetto categoria D1 presso il settore Governo del Territorio, il dottor Samuele Santarelli. L’opposizione alza la voce e nelle scorse ore c’è stato un vertice del Pd e non solo in quanto il neo assunto è il fratello dell’attuale sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. La protesta è esplosa sui social dove in molti parlano di questione di opportunità. 

 

 
A pochi mesi dalla fine del mandato della Giunta M5S, quindi, c’è un altro caso dopo quello della Marco Polo con interessamento del Tar. Interpellato sulla questione il sindaco Santarelli spiega: «Fosse stato per me non avrebbe dovuto partecipare nemmeno al concorso, ma non è prevista una limitazione alle persone entro un certo grado di parentela con gli amministratori. Questa cosa, secondo me, invece, sarebbe invece da applicare a livello normativo. Ribadisco il fatto che per me i parenti degli amministratori, ossia sindaco, assessori e anche consiglieri, non dovrebbero poter partecipare, ma non decido io. Sono convinto che chi amministra debba farlo al di sopra di ogni possibile sospetto».
Samuele Santarelli è arrivato quinto in graduatoria. Al concorso, indetto, più di un anno fa, hanno partecipato circa trenta persone e solo sei sono arrivate alla graduatoria finale. Santarelli è al quinto posto. «Precisiamo che è stato chiamato dopo che il primo ha rinunciato, la seconda è andata via e la terza e la quarta persona in graduatoria, avendo partecipato e vinto il concorso da ingegnere, hanno deciso di essere assunte come ingegneri». Da qui l’assunzione con regolare determina firmata dal servizio “Gestione risorse umane”. Con il documento «si prende atto della rinuncia all’assunzione a tempo indeterminato, del vincitore collocato al primo posto della graduatoria finale di merito del concorso pubblico, per titoli ed esami e si procede, pertanto, in sua sostituzione, mediante scorrimento della relativa graduatoria finale di merito, approvata con determinazione del 09/06/2021, all’assunzione dell’architetto Samuele Santarelli a decorrere da lunedì». 
Dall’opposizione si attende una presa di posizione e sta valutando se far esaminare il concorso in questione all’autorità anticorruzione e chiede «perché non è stata nominata all’epoca una commissione di esperti esterna al Comune». C’è chi parla di trasparenza e di conflitto d’interessi. Sulla vicenda interviene l’ex assessore Cristiano Pascucci, dimessosi per questioni relative alla scuola Marco Polo: «Non posso dire niente sulla regolarità, sicuramente tutto si è svolto regolarmente. A mio avviso è stato del tutto inopportuno per l’interessato fare il concorso a Fabriano; c’erano altri concorsi in giro anche in Comuni limitrofi. Era più opportuno farli altrove, entrare in graduatoria e poi magari con il tempo ottenere il distacco o il trasferimento a Fabriano. È una mia considerazione personale, Samuele è una brava persona e un bravo tecnico, ma questo è un altro piano del discorso».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA